Fintech

Fatturazione elettronica Il software taglia tempo fa il pieno di clienti

di Giampaolo Colletti

3' di lettura

Semplificare qualcosa di complesso. Così uno spin-off universitario nato a Udine è diventato un prezioso alleato per oltre diecimila imprese. L’intuizione è diventata impresa e oggi punta a chiudere il 2021 con un fatturato di 2 milioni di euro.

Ultroneo, azienda fintech ideatrice del sistema GetYourBill per la fatturazione elettronica diretta, ha registrato nel tempo dell’emergenza sanitaria un impensabile +62% di fatturato col +235% di esercenti attivi rispetto alla fase di pre-pandemia. «La nostra è un’idea tutta italiana e ha preso forma proprio perché siamo tra i Paesi al mondo più avanzati per ciò che riguarda la normativa che regola la fatturazione elettronica. In Europa siamo un modello», afferma Alvise Abù-Khalil, 47enne nato e vissuto tra Venezia e Treviso e basato ora in Friuli-Venezia Giulia, in tasca una laurea in ingegnere gestionale conseguita all’Università di Udine e oggi presidente e co-fondatore di GetYourBill. Il suo cognome è di origine araba e la sua famiglia è arrivata in quella che era l’ex Jugoslavia alla fine dell’Ottocento dopo un Expò internazionale, e in Italia nel Secondo Dopoguerra quando il nonno era riuscito a scappare da un campo di concentramento. La sua idea nasce dalle incomprensioni sul suo cognome in fase di richiesta di fattura. «Se le persone avessero capito il mio cognome al volo, probabilmente GetYourBill non esisterebbe! Fa sorridere, ma questa è davvero una delle grandi potenzialità del software, soprattutto per chi come me non ha un cognome semplice e si ritrova a dover fare lo spelling per non incorrere in errori: con il nostro sistema questo problema non c’è più», precisa Abù-Khalil.

Loading...

L’applicazione è nata nel 2014: si tratta di un innovativo sistema per emettere fatture e altri documenti in modo veloce e senza errori nel punto vendita, in mobilità oppure via e-commerce. Obiettivo: ottimizzare al meglio il momento del pagamento, evitando errori nell’emissione di documenti fiscali o lunghe attese alla cassa. Il risparmio di tempo è significativo: si stima un passaggio dai 3 minuti ai 30 secondi. «In Italia dal 2019 la legge prevede che le fatture siano solo in formato elettronico e non più cartaceo, dallo scorso aprile anche lo scontrino è obbligatoriamente digitale. Il nostro software agevola questi procedimenti, rendendoli semplici, efficienti, veloci. D’altronde per noi innovare significa rendere qualcosa alla portata di tutti», dice Abù-Khalil. Oggi l’impresa conta 10 milioni di documenti gestiti all’anno, oltre 10mila esercenti attivi e 500mila partite iva che hanno ricevuto almeno una fattura emessa con GetYourBill in tutta Italia. Tra i clienti si sono catene di ristorazione e colossi petroliferi. «Ma dialoghiamo anche con le piccole realtà e con organizzazioni molto articolate: brand come Iper, Illy, Old Wild West, Camst. Per agevolarli è necessario uno strumento che racchiuda facilità d’uso, velocità d’emissione e correttezza dei dati fiscali, onde evitare scarti da parte del sistema di interscambio dello Stato». Il software recupera in pochi secondi tutti i dati necessari alla compilazione di una fattura da motori di ricerca certificati, grazie alla semplice digitazione della partita Iva del cliente o del suo codice fiscale, senza necessità di chiedere altri dati ed evitando la classica compilazione manuale. Tutto grazie ad una tecnologia in cloud, che abilita diversi sistemi di terze parti ad accedere velocemente ad anagrafiche certificate a convertire i dati e a dialogare con una pluralità di intermediari. Ma c’è di più. La tecnologia impara dagli errori e si corregge. «Abbiamo sviluppato tool di correzione automatica delle fatture che riducono sensibilmente i motivi di scarto dei documenti stessi», sottolinea Abù-Khalil. Ora si punta anche ai mercati esteri. «La pandemia per noi è stata motivo di riflessione. Ora vogliamo esportare il nostro sistema e il saper fare italiano anche all’estero», conclude Abù-Khalil.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti