Il fascino di dieci isole fuori stagione

3/11Idee e Luoghi

Favignana

È una delle isole più ciclabili del Mediterrano, segnata dal ben 33 chilometri di percorsi bike-friendly (di cui 20 su piste in sede separata) e un'offerta di biciclette a noleggio che supera in stagione le 6mila unità. Favignana prende il nome dal Favonio o fohn, il vento caldo-secco di ponente che qui, per uno scherzo della natura, a causa della conformazione dell'isola, pare arrivare da sudest. Nel porticciolo, a mezz'ora di aliscafo da Trapani, sfilano fabbricati del tempo che fu: la Camparia, Palazzo Florio, lo Stabilimento Florio disegnati dall'architetto palermitano Giuseppe Damiani Almeyda per la famiglia che è stata proprietaria delle Egadi dal 1874 e la più importante tonnara di Sicilia, un imponente edificio di architettura industriale ormai trasformato in un museo sulla pesca del tonno. In paese si passa delle vie Garibaldi, Vittorio Emanuele, Mazzini e Nicotera, che collegano piazza Castello, per fare shopping di pietre dure, abbigliamento e specialità locali come il tonno e i suoi lavorati. Il giro dell'isola, brulla e selvaggia, porta ad approdi squisitamente mediterranei come Cala Azzurra e Cala Rossa, quest'ultima con acqua celeste-cristallo, fondale di scoglio e sabbia, ma di difficile accesso. Dal Faro di Punta Sottile si gode di un tramonto eccezionale. Per la contemplazione del mare d'inverno si va a Cala Pirreca, con al largo l'isolotto Preveto dove nidifica il gabbiano reale, e a Cala Rotonda, un'insenatura naturale divisa in due da un arco di pietra.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti