ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùStati Uniti

Fbi perquisisce la villa di Trump in Florida: i federali acquisiscono documenti

Operazione iniziata alle 10 del mattino a Mar-a-Lago (le 16 in Italia). Gli agenti avrebbero acquisito scatole di documenti dell’ex presidente degli Stati Uniti

Aggiornato il 9 agosto alle 07:49

Assalto al Campidoglio, "I tweet di Trump incitarono la folla"

3' di lettura

La residenza in Florida di Donald Trump, la sontuosa villa di Mar-a-Lago buen retiro dell’ex presidente e della sua famiglia, è stata perquisita dall’Fbi. È stato lo stesso tycoon a dare la notizia bomba in un comunicato alla Cnn nel quale ha definito il raid un attacco politico contro la sua candidatura alle elezioni del 2024. Nessuna conferma per il momento da parte del Dipartimento di giustizia o dell’Agenzia. Lo stesso presidente in carica, Joe Biden, ha chiarito di non essere stato informato dell’operazione.

L’ira dell’ex presidente

Trump non era nella residenza al momento dell’arrivo dei federali ma si trovava alla Trump Tower di New York, dove è solito trascorrere l’estate. È una «strumentalizzazione della giustizia e un attacco dei democratici di sinistra radicali che vogliono disperatamente evitare che mi candidi alle elezioni del 2024», ha tuonato Trump nel comunicato in cui ha rivelato della perquisizione. «Questi sono tempi bui per la nostra nazione: la mia bella casa, Mar-a-Lago a Palm Beach, in Florida, è attualmente sotto assedio, perquisita e occupata da un folto gruppo di agenti dell’Fbi. Hanno persino fatto irruzione nella mia cassaforte!», ha attaccato.

Loading...

E ancora: «Dopo aver lavorato e collaborato con tutte le principali agenzie governative questo raid non annunciato nella mia residenza non era nè necessario nè appropriato».

Le parole di Trump, com’era prevedibile, hanno infiammato gli animi dei suoi supporters, che si sono radunati numerosi davanti alla villa scandendo slogan e mostrando cartelli contro la Cnn e contro il presidente Joe Biden.

Supporters of former US President Donald Trump stand outside his residence in Mar-A-Lago, Palm Beach, Florida on August 8, 2022. - Former US president Donald Trump said August 8, 2022 that his Mar-A-Lago residence in Florida was being "raided" by FBI agents in what he called an act of "prosecutorial misconduct." (Photo by Giorgio Viera / AFP)

Perquisizione iniziata al mattino

La cassaforte perquisita dagli agenti dell’Fbi che hanno fatto irruzione nella residenza di Donald Trump in Florida si trova nello studio dell’ex presidente. La notizia avvalorerebbe l’ipotesi che gli agenti federali stessero cercando documenti classificati che Trump avrebbe portato via dalla Casa Bianca alla fine del suo mandato. Secondo l’ex portavoce Stephanie Grisham, l’ex presidente «non gestiva correttamente i documenti riservati. L’ho visto passare in rassegna i documenti, buttarne via alcuni, strapparne altri e metterne in tasca altri ancora». La perquisizione nella residenza di Mar-a-Lago è iniziata attorno alle 10 di mattina di lunedì (le 16 in Italia) ma la notizia è stata diffusa solo in serata dallo stesso ex presidente.

L’Fbi ha portato via scatole di documenti dalla residenza di Donald Trump a Mar-a-Lago, in Florida, dopo averla perquisita, rivela la Cnn.

I 15 scatoloni scomparsi

Ora si tratta di capire che cosa stessero cercando gli agenti federali. Secondo tre fonti che hanno parlato con la Cnn, il blitz è avvenuto nell’ambito delle indagini sui 15 scatoloni di documenti classificati che Trump avrebbe portato via dalla Casa Bianca dopo la fine del mandato dell’ex presidente. Un crimine federale, che l’ex presidente ha sempre negato. Ma la perquisizione potrebbe anche avere a che fare con l’indagine sull’assalto a Capitol Hill del 6 gennaio 2021 dopo che nelle settimane scorse il cerchio si è stretto attorno a Trump e il dipartimento di Giustizia ha iniziato a indagare sul suo comportamento nei giorni precedenti alla rivolta.

La Casa Bianca non aveva ricevuto alcuna informazione anticipata circa la perquisizione condotta dall’Fbi al resort dell’ex presidente Donald Trump in Florida. Lo ha detto un alto funzionario della Casa Bianca a Cbs News. «Non siamo stati informati in precedenza, alcuni lo hanno appreso dai mezzi di informazione, altri dai social media», hanno detto.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti