IL PIANO INDUSTRIALE FINO AL 2022

Fca: a Pomigliano il suv compatto Alfa, a Melfi la Jeep, a Mirafiori la 500 elettrica. Rinviato l’addio al diesel

di Filomena Greco


Europa: quel treno quasi perso del business delle batterie

2' di lettura

Cinque miliardi di investimenti. Quattro nuovi modelli assegnati agli impianti italiani, su un totale di 13 interventi considerando restyling e nuove motorizzazioni, obiettivo piena occupazione al 2022 negli stabilimenti italiani. Sono i cardini del piano industriale di Fca annunciato questa mattina a Mirafiori dall'amministratore Delegato di Fiat Chrysler Automobiles Mike Manley e dal responsabile Emea Pietro Gorlier.

GUARDA IL VIDEO - Europa: quel treno quasi perso del business delle batterie

Degli 8,7 miliardi di euro destinati all'area Emea, 5 vanno all'Italia confermano i vertici di Fca che inoltre hanno chiarito un aspetto importante sul powertrain. Niente addio al diesel entro il 2021. Anzi. Il gruppo rilancia sui diesel sia a Pratola serra che alla Vm di Cento. In occasione della presentazione del piano industriale 2018-2022, l'allora amministratore delegato Sergio Marchionne aveva detto che diesel avrebbe interrotto la produzione di motori diesel dal 2022. Oggi, invece, nell'annunciare i nuovi modelli prodotti in Italia e il restyling di altri, l'azienda ha comunicato ai sindacati che la scadenza del 2022 non è più valida e il gruppo continuerà a produrre vetture con quella motorizzazione.

Pietro Gorlier annuncia il piano industriale FCA fino al 2022

Nel dettaglio: Mirafiori ospiterà la produzione della linea della 500 elettrica. Nello stabilimento torinese in particolare sarà installata una piattaforma small Battery Electric Vehicle (BEV) dedicata, con applicazione iniziale sulla nuova Fiat 500 BEV.

A Melfi, dove attualmente si fanno la 500X e la Jeep Renegade, sarà prodotta la Jeep Compass mentre a Pomigliano accanto alla Panda, che per il momento resterà in Italia, sarà prodotto il nuovo suv compatto a marchio Alfa Romeo. A Cassino invine sarà destinato un nuovo modello Maserati.

«Mirafiori rappresenterà la prima installazione della piattaforma full BEV che sarà applicata sulla nuova Fiat 500 e che potrà essere utilizzata per altri modelli a livello globale» ha confermato Manley. «Partiremo nei prossimi mesi con un piano di formazione del personale incentrato proprio sulle tecnologie ibride ed elettriche. Sono convinto che insieme a tutti i nostri lavoratori saremo in grado di raggiungere i traguardi che ci siamo prefissati», ha aggiunto Gorley.

Il titolo Fca a Piazza Affari

Il Chief Operating Officer della Regione EMEA, Pietro Gorlier, ha illustrato nel dettaglio la realizzazione del piano industriale in Italia con entro il periodo 2019-2021 il lancio di 13 nuovi modelli o restyling di modelli esistenti, nonché nuove motorizzazioni con impiego diffuso di tecnologia ibrida ed elettrica.

«Fondamentale sara la predisposizione in tutti gli stabilimenti delle piattaforme per lo sviluppo delle auto ibride ed elettriche a cominciare da Melfi con la Renegade» ha aggiunto durante la conferenza stampa. Gorlier ha infine annunciato anche un nuovo modulo produttivo a Termoli per i propulsori
benzina FireFly 1.0 e 1.3 turbo, aspirati e ibridi.

Con l'annuncio di quattro nuovi modelli prodotti in Italia e il restyling di altri, per arrivare a 13 interventi, si garantisce la piena occupazione degli stabilimenti italiani di Fca. Lo hanno detto i sindacati al termine dell'incontro con i vertici del gruppo.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...