ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùINNOVAZIONE

Veicoli elettrici, Fca e Foxconn trattano per una joint-venture in Cina

Fca e il colosso dell’elettronica Foxconn collaboreranno per lo sviluppo di vetture elettriche. Dopo la comunicazione di Foxconn emersa da un filing è arrivata la conferma da parte di Fiat Chrysler Automobiles

di Andrea Biondi

default onloading pic

Fca e il colosso dell’elettronica Foxconn collaboreranno per lo sviluppo di vetture elettriche. Dopo la comunicazione di Foxconn emersa da un filing è arrivata la conferma da parte di Fiat Chrysler Automobiles


3' di lettura

Dopo la comunicazione di Foxconn alla Borsa di Taiwan, arriva anche la conferma da parte di Fca. Il gruppo automobilistico con una nota ha confermato infatti «di avere in corso discussioni con Hon Hai Precision (gruppo Foxconn) per la costituzione di una joint venture paritetica per lo sviluppo e produzione in Cina di veicoli elettrici di nuova generazione e l'ingresso nel business IoV (Internet of Vehicles)».

Le parti, precisa ancora una nota di Fiat Chrysler Automobiles, «sono in procinto di firmare un accordo preliminare che disciplinerà le ulteriori discussioni intese al raggiungimento di un accordo vincolante e definitivo nei prossimi mesi. Non vi è tuttavia garanzia del fatto che tale accordo sarà raggiunto o lo sarà entro tale termine».

In attesa di perfezionare l’accordo con Psa, la casa automobilistica si muove sul versante delle auto elettriche che in Cina rappresenta un mercato molto promettente per trend e dimensioni, anche se negli ultimi tempi penalizzato dal taglio dei sussidi da parte del governo di Pechino. E per aggredire il mercato cinese in questo segmento Fca ha scelto un partner primario, con la taiwanese Hon Hai Precision, che tramite la controllata Foxconn costruisce gli iPhone per Apple.

La notizia era emersa da un filing di Foxconn depositato presso la Borsa di Taiwan (Taiwan Stock Exchange). Nel documento si precisava che la controparte (Fca) «ha convenuto di costituire una joint venture» attiva «nello sviluppo e nella produzione di veicoli elettrici e nella gestione di veicoli connessi». Nel documento si indica che «la partecipazione diretta di Hon Hai Precision in questa joint venture non supererà il 40%», mentre Fca avrà una quota del 50%. Con questa operazione sarà possibile «combinare il potere innovativo di entrambe le parti in ricerca, sviluppo e produzione» di «veicoli elettrici». «Il nostro piano iniziale è di produrre in Cina per il mercato locale prima», con la possibilità di esportare in futuro, ha fatto sapere Foxconn, come riportato dal sito di informazione giapponese Nikkei.

Questa operazione verrà gestita principalmente dalle controllate del gruppo FIT Hon Teng, che fa componenti per auto, e FIH Mobile, che si occupa dell'assemblaggio di smartphone Android. In questo progetto, FIH Mobile fornirà le soluzioni software per le auto elettriche.

Il progetto rientra nella volontà del gruppo di Taiwan di cercare nuovi driver di crescita, alla luce del rallentamento del settore degli smartphone. Foxconn ha indicato che Fca deterrà il 50% della joint venture, mentre il gruppo asiatico avrà una quota non superiore al 40%.

Un contratto sarà firmato nel corso di questo trimestre. «Il nostro piano iniziale è di produrre in Cina per il mercato locale prima», con la possibilità di esportare in futuro, ha fatto sapere Foxconn, aggiungendo che l'intesa sarà anche sulla connessione dei veicoli.

Fca ha da poco rinnovato la partnership con Harman (gruppo Samsung) per i sistemi di infotainment. La prossima generazione degli impianti connessi Uconnect (costruiti da sempre dalla Harman) infatti sarà ancora realizzata dalla multinazionale americana di proprietà del colosso coreano e Android di Google sarà il sistema operativo. I sistemi funzionalità online dei veicoli FCA di tutto il mondo.

Questa operazione verrà gestita principalmente dalle controllate del gruppo FIT Hon Teng, che fa componenti per auto, e FIH Mobile, che si occupa dell'assemblaggio di smartphone Android. In questo progetto, FIH Mobile fornirà le soluzioni software per le auto elettriche. Secondo Nikkei Asian Review, FIH Mobile ha rallentato la sua attività nel settore smartphone, per concentrare risorse nel comparto automotive in maniera tale da controbilanciare il calo degli ordini.

La collaborazione, continua il sito citando fonti vicine al dossier, è stata trattata da Fca e Foxconn per 7-8 mesi. «Fiat Chrysler farà le auto, mentre Foxconn si occuperà del know-how elettronico, incluso hardware e software», ha indicato la stessa fonte a Nikkei. Lo scorso giugno il presidente di Foxconn aveva dichiarato che il gruppo si sarebbe concentrato su tre aree come driver per il futuro della crescita: auto elettriche, medicina digitale e robotica avanzata. Foxconn entra nel settore dell'auto proprio mentre sta portando parte della sua produzione fuori dalla Cina, la sua principale base manifatturiera. Il gruppo di Taiwan ha chiuso il 2019 con ricavi in rialzo di meno dell'1% a 178 miliardi di dollari Usa. Si tratta del terzo anno consecutivo di ricavi record ma con un rallentamento del tasso di crescita.
Per approfondire:
Compass ibrida plug in, al via a Melfi la produzione. In vendita dal 2020

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti