ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAUTOMOTIVE

Fca e Psa, la fusione cambia il volto della classifica mondiale costruttori

I due gruppi, infatti, aggregati valgono il quarto posto a livello mondiale e fanno retrocedere sia General Motors sia i coreani di Hyundai e Kia. In compenso Bmw sale una posizione e rientra nella top ten per numero di unità vendute

di Corrado Canali


Intesa Fca-Psa, ufficiale: mandato ai team per l'aggregazione

2' di lettura

L’annunciata fusione fra Fca e Psa determina una sorta di terremoto nella classifica mondiale per gruppi automobilistici. Infatti se separatamente i due gruppi che da oggi si fondono erano Fca all'ottavo posto e Psa al nono, insieme balzano adesso al quarto posto scavalcando sia pure di poco anche General Motors, subito dietro all'Alleanza Renault-Nissan che resta terza mentre nelle prime due posizioni molto più staccati si confermano al primo posto il Gruppo Volkswagen tallonato dal Gruppo Toyota. I dati considerati sono i più recenti al momento ufficiali e si riferiscono al periodo da gennaio a luglio di quest'anno.

La classifica prevede in testa Volkswagen Group 5.935.736 vendite con un calo rispetto al 2018 del 5,5%. Secondo assoluto è Toyota Group 5.633.174 unità che si avvicina grazie ad incremento delle vendite del 2%.

Terzo ma incalzato dal gruppo risultato della fusione di oggi resta l'Alleanza Renault Nissan con 5.291.911 vendite e un consistente calo del 6,9%, dovuto in particolare dalla crisi di Nissan.

LA CLASSIFICA MONDIALE DEI COSTRUTTORI

Unità prodotte nel periodo gennaio-luglio 2019 e var. % sul 2018

Quarti per ora virtualmente si inseriscono i due gruppi di FCA-PSA con 4.608.569 unità vendute risultato numerico dei due gruppi entrambi in calo, consistente Fca con -5,6%, ma anche di più PSA con un -10,8%). Seguono General Motors con 4.381-308 unità o in calo del 11,5% e poi i coreani di Hyundai Motors (con Kia) con 4.133.614 e un calo del 3,7%. Settimo costruttore è ora Ford con 2.910.318 unità vendute e una contrazione del 9,9%. Segue Honda con 2.805.918 vendite e un incremento del 1,5%.

Nono assoluto il bruppo Daimler Mercedes con 1.505.729 auto immatricolate e un leggero calo dello 0,1%, ma incalzato dal Bmw Group che con 1.484.946 vendite ottenuto con un aumento rispetto al 2018 del 3,1% guadagna così la decina posizione della classifica mondiale.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...