ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùauto

Fca e Renault ci riprovano. Via a nuovi colloqui

di Marigia Mangano


default onloading pic

1' di lettura

La rinnovata fiducia al presidente di Renault, Jean-Dominique Senard, da parte del governo Macron spiana la strada alla riapertura dei negoziati tra Fca e la casa francese. Secondo quanto si apprende nelle ultime ore qualcosa si starebbe muovendo tra Detroit, Torino e Parigi. Ci sarebbe la volontà, riferiscono alcune fonti, da parte dei due gruppi automobilistici di riaprire il tavolo negoziale in tempi rapidi. Ieri Mike Manley, ceo di Fiat Chrysler, era a Parigi e avrebbe incontrato esponenti di Renault per avviare un nuovo dialogo. John Elkann, in questa prima fase, avrebbe deciso di non esporsi direttamente.

Lo schema dell’accordo sarebbe lo stesso di quello congelato una settimana fa ma «ci sarebbe qualche modifica rispetto all’impianto iniziale», sottolinea una fonte che preferisce restare anonima. Il tavolo sarebbe comunque circoscritto a Renault e Fca, e non sarebbe contemplato in questo primo step un coinvolgimento del partner della casa francese, Nissan. I tempi, ad ogni modo, sembrano preannunciarsi stretti con uno schema già condiviso nelle sue grandi linee e che ha già recepito i desiderata delle due case automobilistiche. Condizione chiave dell’avvio di un nuovo dialogo tra Parigi e Torino era proprio la conferma della fiducia dello Stato a Senard, garante nel primo tentativo di fusione di un sostegno del governo che è poi venuto a mancare, facendo naufragare l’intesa.

L’articolo completo, con ulteriori particolari, sul Sole 24 Ore in edicola.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...