analisiautomotive

Fca giù in Borsa, i dubbi del fisco su Chrysler possono complicare il deal con Psa

L'Agenzia delle Entrate ha contestato al gruppo di aver sottostimato di 5,1 miliardi il valore per l'acquisizione di Chrysler, pagando meno tasse per 1,3 miliardi. Il Lingotto: «Non condividiamo le valutazioni»

di Paolo Paronetto

default onloading pic
(AFP)

L'Agenzia delle Entrate ha contestato al gruppo di aver sottostimato di 5,1 miliardi il valore per l'acquisizione di Chrysler, pagando meno tasse per 1,3 miliardi. Il Lingotto: «Non condividiamo le valutazioni»


1' di lettura

Vendite su Fiat Chrysler Automobiles a Piazza Affari, dove i titoli del gruppo cedono l'1,12% a 13,218 euro con volumi pari a 1,9 milioni di pezzi passati di mano a fronte dei 13,7 milioni di media in un'intera seduta dell'ultimo mese. Secondo quanto riportato da Bloomberg, l'Agenzia delle Entrate italiana contesta a Fca di aver sottostimato di 5,1 miliardi il valore per l'acquisizione di Chrysler avvenuta nel 2014. Lo spostamento della sede legale in Olanda generò infatti la cosiddetta "exit tax" (tassazione applicata sulle plusvalenze realizzate quando si sposta l`attività all'estero) e la sottostima avrebbe evitato di pagare oltre 1,3 miliardi alla luce di un'aliquota al 27,5%.

«Si tratta - notano gli analisti di Equita - di un'ulteriore complicazione sulla strada della definizione del memorandum of understanding per la fusione con Psa». «Tuttavia - aggiungono - riteniamo sia meno rilevante rispetto all'iniziativa legale di Gm, anche perchè sono in corso negoziati con l'Agenzia delle Entrate che dovrebbero concludersi entro fine anno e potrebbero portare ad un accordo per una cifra ben inferiore». Fca, da parte sua, sottolinea di non condividere «affatto le considerazioni contenute in questa relazione preliminare» dell'Agenzia delle Entrate e di aver «fiducia nel fatto che otterremo una sostanziale riduzione dei relativi importi». «Va inoltre rilevato - prosegue un portavoce del gruppo - che qualsivoglia plusvalenza tassabile che fosse accertata sarebbe compensata da perdite pregresse, senza alcun significativo esborso di liquidita' o conseguenza sui risultati».

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti