decreto liquiditÀ

Fca: siglato con Intesa Sanpaolo prestito da 6,3 miliardi garantito da Sace

La concessione della garanzia, informa una nota del Mef, rientra nell'ambito della procedura specifica prevista dal Dl Liquidità

default onloading pic
(REUTERS)

La concessione della garanzia, informa una nota del Mef, rientra nell'ambito della procedura specifica prevista dal Dl Liquidità


2' di lettura

Fca ha annunciano la sottoscrizione di una linea di credito da 6,3 miliardi di euro, a tre anni, con Intesa Sanpaolo, destinata alle attività nazionali del gruppo. Lo ha comunicato in serata la società italo-americana.

Fca utilizzerà la linea di credito per «un ampio piano di investimenti per l'Italia, gran parte del quale già avviato». Nello stabilimento di Termoli (Campobasso) sarà sviluppato un nuovo motore ibrido per le Jeep Renegade e Compass e per la Fiat 500 X prodotte a Melfi.

Loading...

L’accordo con Intesa, già approvato dall’istituto, è giunto dopo il via libera alla garanzia di Sace a copertura dei prestiti bancari richiesti da Fca Italy. La garanzia, concessa nell'ambito dell'operatività di Garanzia Italia, è a copertura dell'80% dell'importo del prestito del valore di 6,3 miliardi di euro richiesto da Fca Italy Spa. La concessione della garanzia, informa una nota del Mef, rientra nell'ambito della procedura specifica prevista dal Dl Liquidità.

«È un'operazione di sistema con la quale si punta a preservare e rafforzare la filiera automotive italiana e a rilanciare gli investimenti, l'innovazione e l'occupazione in un settore strategico per il futuro economico e industriale del Paese. Il Governo verificherà l'attuazione degli impegni assunti da Fca Italy in questa direzione», ha commentato il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri.

La concessione della garanzia rientra nell'ambito della procedura specifica prevista dal Dl Liquidità, relativa ai finanziamenti in favore di imprese di grandi dimensioni, con oltre 5.000 dipendenti in Italia o con un valore del fatturato superiore agli 1,5 miliardi di euro.

Il prestito sarà erogato da Intesa Sanpaolo, che lo ha già autorizzato in attesa dell'approvazione della garanzia che il Governo fornirà sull'80% della somma attraverso la controllata Sace.
La richiesta di sostegno statale ha suscitato polemiche perché FCA sta lavorando alla fusione con la rivale francese PSA e la holding della casa automobilistica italo-americana ha la sede legale in Olanda.

Gualtieri ha dichiarato che FCA dovrà rispettare gli impegni in materia di investimenti e di posti di lavoro, ma non ha detto se il Tesoro ha imposto condizioni sui 5,5 miliardi di euro di dividendi straordinari che Fca riceverà dalla fusione con Psa.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti