ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùusa

FedEx rompe con Amazon: stop alle consegne per il big dell’e-commerce

La società di logistica aveva già dato il benservito in giugno a un contratto per consegne via aerea per conto della società di Bezos. La nuova rottura è l’ultimo segno di una crescente rivalità scaturita dall’espansione di Amazon su segmenti di mercato concorrenziali a quelli dello spedizioniere

di Marco Valsania


Amazon apre un centro di smistamento di 9mila mq alle porte di Roma

2' di lettura

New York - Federal Express rompe con Amazon. Niente più consegne via terra per conto del re del commercio elettronico di Jeff Bezos. Il contratto che legava i due giganti della Corporate America, in scadenza questo mese, non sarà rinnovato. FedEx aveva già dato il benservito in giugno a un contratto per consegne via aerea per conto di Amazon negli Stati Uniti. La nuova rottura è l’ultimo segno della crescente rivalità scaturita dall’espansione di Amazon, che oggi è impegnata a sviluppare sempre più le proprie attività logistiche e di trasporto e consegna.

GUARDA IL VIDEO. Il nuovo centro di smistamento di Amazon

Vale a dire a fare concorrenza diretta a un gruppo quale Federal Express. Oggi Amazon sta investendo nel leasing di aerei cargo, nell’acquisto di autocarri e nel finanziamento di reti di autisti a livello locale. La scommessa di FedEx è quella di riuscire a rispondere prendendo di petto Amazon. Si presenterà d’ora in avanti come alleato - e come referente per ogni necessità di traposto e consegna - agli occhi di tutti i retailer online oltre che tradizionali che intendono dare filo da torcere al gruppo di Bezos. «Il cambiamento è coerente con la strategia di focalizzarci sul più ampio mercato del commercio elettronico, uno sviluppo che i nostri recenti annunci legati al network FedEx Ground ci hanno posizionato estremamente bene per realizzare», ha indicato l’azienda. FedEx Ground è la divisione di FedEx che consegna via terra nei 50 stati americani.

Per Amazon si tratterà di trovare alternative per l’invio di milioni di pacchi, un problema da risolvere prima dell’avvicinarsi della cruciale stagione di fine anno per gli acquisti dei consumatori americani. Amazon è al contempo impegnata a cercare di accelerare il servizio, con consegne a domicilio in giornata. Ma Bezos era in realtà già corso ai ripari nei confronti di FedEx: l’espansione nella logistica e trasporti ha visto Amazon in grado di gestire la consegna del 45% degli ordini in un mese quale luglio. Il servizio postale americano è stato usato per il 28% delle spedizioni e Ups per il 21 per cento. FedEx era già stata di fatto estromessa il mese scorso. Nel 2018 Amazon aveva rappresentato circa un miliardo di dollari di entrate per FedEx, pari all’1,3% del fatturato totale.

Ogni ambizione di Bezos di emarginare tutti i leader delle consegne rimane però una disegno oggi incompiuto. Gli analisti ritengono che solo nuovi, ingenti investimenti per decine di miliardi di dollari - da aerei a furgoni e a centri di smistamento - potrebbero consentire davvero a Amazon di prendere progressivamente il posto di società quali FedEx e Ups nella gestione di miliardi di pacchi l’anno. Amazon in passato era stata anche accusata dall’amministrazione Trump di avvantaggiarsi scorrettamente del sistema postale americano nelle sue spedizioni, un’accusa poi tramontata.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...