Dal Tempio di Venere alle fontane

Fendi e Roma, il mecenatismo rafforza il legame con la città

di Chiara Beghelli


2' di lettura

La sera del 4 luglio dello scorso anno centinaia di ospiti, giornalisti e buyer da tutto il mondo hanno salito la scala prospiciente il Colosseo che conduce ai resti del Tempio di Venere e Roma, per assistere alla sfilata della collezione haute couture di Fendi dedicata proprio all’arte e alla storia della sua città. In quell’occasione, la maison annunciò un finanziamento da 2,5 milioni di euro per il restauro del tempio costruito nel 121, sotto l’impero di Adriano, sul sito dell’atrio della Domus Aurea di Nerone: «I lavori inizieranno quest’anno, e contiamo di chiuderli fra la fine del 2020 e l’inizio del 2021 - spiega il ceo Serge Brunschwig -. Renderemo accessibile un’area prima interdetta alle visite e prepareremo un’inaugurazione adeguata alla bellezza e all’importanza di quel luogo».

L’intervento di Fendi non è che la testimonianza più recente del mecenatismo che lega la maison alla sua Roma: al 2013, infatti, risale il lancio del progetto “Fendi for Fountains”, con il quale l’azienda stanziò oltre due milioni di euro per il restauro di alcune fontane monumentali della città, come il complesso delle Quattro Fontane, a due passi dal Quirinale, e la Fontana di Trevi, dove organizzò una spettacolare sfilata nel 2016 per celebrare la fine dei lavori e i suoi 90 anni di storia.

Nello stesso anno Fendi annuncia il proseguimento del progetto con un nuovo finanziamento, che porta il totale a 3 milioni di euro, per il restauro di altre fontane, quella dell’Acqua Paola al Gianicolo, la fontana di piazzale degli Eroi, la fontana del Ninfeo al Pincio quella del Mosé, terminali di altrettanti, antichi acquedotti romani. Nel 2015, inoltre, Fendi ha trasferito la sua sede del Palazzo della Civiltà Italiana all’Eur, riqualificandolo e rendendone accessibile al pubblico una parte per la prima volta.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti