ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTecnologia

Fenomenologia dell’avatar. Come saremo e cosa potremo fare nel metaverso? 

Dai Mii della Nintendo fino agli alter-ego realizzati con grafica fotorealista. Che aspetto e quali forme assumeremo nei mondi virtuali? 

di Luca Tremolada

Nft, giochi su blockchain e metaversi. Quello che abbiamo capito finora

2' di lettura

Chi incontrerò nel metaverso? Come mi devo comportare? E se poi non piacerò a nessuno? Nei cantieri dei grandi costruttori di universi virtuali c’è chi sta cercando di dare una forma a queste risposte. Il sottotesto non è solo estetico ma interattivo: come saranno progettati i nostri avatar? Che aspetto avranno? Saranno dei modelli fotorealistici di noi stessi. O semplici caricature artistiche?

Ancora non lo sappiamo ma gli avatar invece li conosciamo da tempo. Il termine che ha il significato di “incarnazione” viene utilizzato per la prima volta da Neal Stephenson nel romanzo di fantascienza “Snow Crash” del 1992. Quel metaverso primordiale era una simulazione delle loro vite reali, una fuga da esistenze noiose o difficili. Dove tutti possedevano un alter-ego realistico ma virtuale di loro stessi.

Loading...

Chi invece ha indossato in questi ultimi trent’anni il “costume” dell’avatar ha sperimentato forme più fantasiose di alienazione. Sono avatar, per esempio, le immagini scelte per dire chi siamo in comunità virtuali, social e videogiochi online. Negli ultimi trent’anni hanno assunto varie forme con declinazioni precise a seconda dei contesti.

Dalla nascita della posta elettronica siamo stati iconcine di gattini, smiley ante-litteram, scatti di attori famosi o volti di supereroi. Qualcuno ricorderà i Mii della Nintendo, pupazzetti con la testa grossa e il corpo piccolo in stile manga completamente personalizzabili. Quando le telecamere degli smartphone hanno cominciato a scannerizzare il nostro viso e riprodurre degli avatar con le nostre fattezze il processo si è industrializzato. I memoji (me più emoji) della Apple introdotti nel 2017 sono il primo esempio di successo. Snapchat e Samsung sono andate nella stessa direzione. Per arrivare agli Animoji che in tempo reale con una semplice registrazione di un video imparano le nostre espressioni facciali. Possiamo così indurre pupazzetti digitali, cani e robot a parlare ed “emozionarsi” come noi. Tecnicamente possiamo diventare tutto quello che vogliamo, gli avatar diventano realmente costumi digitali da indossare.

Ma là dentro non ci saremo solo noi. Quello che si sta formando nei metaversi è una comunità ibrida popolata da entità governate dall’intelligenza artificiale. Saranno anche loro avatar come gli Npl (Non-Player Character) dei videogiochi, personaggi che non sono sotto il controllo diretto del giocatore e neppure rappresentazioni di altri giocatori umani con cui potere interagire. C’è chi preconizza forme di intelligenza artificiale capaci di intrattenerci. Più prosaicamente chatbot evoluti che avranno le nostre sembianze con cui interagire per svolgere determinati compiti.

Là dentro insomma non saremo solo tutti uguali. Gli Nft come nel Titanic definiranno la nostra classe sociale. Frequenteremo alla pari forme di intelligenza artificiale che già oggi popolano i social network. Come la studentessa cinese Hua Zhibing, il thailandese non binario Bangkok Naughty Boo o l’attivista italiana Nefeli. Tutte gente non umana ma mossa da umani e da algoritmi. Condivideremo il metaverso con loro. Con la speranza di non ritrovarci in un brutto film di fantascienza cyberpunk con noi da una parte e loro dall’altra.

Riproduzione riservata ©

  • Luca TremoladaGiornalista

    Luogo: Milano via Monte Rosa 91

    Lingue parlate: Inglese, Francese

    Argomenti: Tecnologia, scienza, finanza, startup, dati

    Premi: Premio Gabriele Lanfredini sull’informazione; Premio giornalistico State Street, categoria "Innovation"; DStars 2019, categoria journalism

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti