Test Drive

Ferrari 296 GTB, come va la supercar V6 plug-in hybrid

di Simonluca Pini

4' di lettura

Una Ferrari a sei cilindri, capace di viaggiare anche in elettrico puro. Impossibile? No. Se si tratta della nuova Ferrari 296 GTB. L'ultima nata a Maranello è pronta a segnare un tassello dell'evoluzione del marchio fondato da Enzo Ferrari, abbinando la massima sportività ad un'elevata sostenibilità. Per scoprire come va siamo andati in Spagna, guidandola tra le colline alle spalle di Siviglia e tra le curve del tracciato di Monteblanco.

Ferrari 296 GTB, dimensioni e stile

Il design della 296 GTB nasce dalla volontà dei designer del Centro Stile Ferrari di ridefinire il concetto di berlinetta a motore centrale-posteriore dotando la vettura di una linea compatta, moderna e originale. Grazie al passo corto, rappresenta la berlinetta della Casa di Maranello più compatta dell'ultimo decennio. La tipica impostazione fastback è stata abbandonata per concentrarsi su un abitacolo che risultasse incastonato in una volumetria possente, frutto del passo corto e della composizione di elementi come i parafanghi muscolosi, il tetto a visiera, gli archi rampanti e l'inedito lunotto verticale. Da tali forme deriva un abitacolo predominante nella percezione complessiva della vettura. Altra caratteristica della 296 GTB è la coda tronca, superficie ricavata dal pieno che esalta la compattezza dei volumi. Nella parte alta, lo specchio di poppa incorpora un elemento orizzontale che racchiude fanaleria e spoiler integrato. A luci spente l'effetto è un black screen che corre orizzontalmente per tutto il paraurti; accendendo i proiettori si illuminano due strisce di luce alle estremità. A completare la percezione del tradizionale doppio fanale tondo sono stati introdotti due graffi che accolgono le altre funzioni luminose nella parte inferiore. Per quanto riguarda le dimensioni, la 296 GTB è lunga 4565 mm, larga 1958, alta 1187 e con un passo di 2600 mm. Il peso a secco è pari a 1470 kg.

Loading...

Scheda tecnica

L'architettura della 296 GTB è caratterizzata da un motore turbo a 6 cilindri disposti secondo un angolo di 120 gradi, accoppiato a un motore elettrico plug-in. Il V6, progettato e sviluppato da zero per la 296 GTB dai tecnici di Maranello, prevede l'alloggiamento dei turbocompressori all'interno della ‘V': ciò, oltre ad apportare significativi benefici in termini di compattezza, abbassamento del baricentro e riduzione di massa, favorisce il raggiungimento di elevati livelli di potenza. Il nuovo V6 Ferrari stabilisce infatti il record per una vettura di serie in termini di potenza specifica: ben 221 cv/l. L'integrazione con il motore elettrico al posteriore porta a 830 cv la potenza massima della 296 GTB. A questo si aggiunge la possibilità di viaggiare fino a 25 chilometri in modalità completamente elettrica. Il gruppo motopropulsore è composto da un motore endotermico V6 turbo, dal cambio Dct a 8 rapporti con Ediff e dalla macchina elettrica MGU-K posizionata tra motore e cambio e in asse con il motore termico. La frizione, posta tra motore termico ed elettrico, si occupa del disaccoppiamento dei due elementi in condizioni di marcia elettrica. Completano il powertrain della vettura la batteria ad alto voltaggio e l'inverter che gestisce i motori elettrici. La sua compattezza e struttura hanno permesso l'accorciamento assiale del motopropulsore, il che in ultima analisi ha contribuito alla riduzione del passo della 296 GTB. La macchina elettrica ricarica la batteria ad alto voltaggio, accende il motore termico, gli fornisce coppia e potenza aggiuntivi (fino a 167 cv) e consente di guidare in modalità full-electric. Il design migliorato dell'MGU-K gli consente di raggiungere una coppia massima pari a 315 Nm, circa il 20% in più rispetto ad applicazioni precedenti. Grazie a un design innovativo basato sulla saldatura laser, la batteria ad alto voltaggio posizionata nel pianale vettura ha una capacità di 7,45 kWh e un rapporto potenza/peso competitivo. Per minimizzarne volume e peso il sistema di raffreddamento, di compressione celle e i fissaggi sono integrati in un solo componente. I moduli celle contengono 80 celle connesse tra loro in serie. Ogni Cell Supervisor Controller è installato direttamente nei moduli al fine di massimizzare la riduzione di volume e di peso.

Ferrari 296 GTB, tutte le foto della nuova supercar V6 plug-in hybrid

Ferrari 296 GTB, tutte le foto della nuova supercar V6 plug-in hybrid

Photogallery16 foto

Visualizza

Interni Ferrari 296 GTB

L'abitacolo della 296 GTB si sviluppa intorno all'interfaccia completamente digitale introdotta sulla SF90 Stradale, con una caratterizzazione maggiormente votata all'eleganza. All'accensione la 296 GTB mostra un'interfaccia digitale. Come sulla SF90 Stradale, anche sulla 296 GTB è stato installato un selettore per la gestione dei flussi energetici denominato eManettino accanto al tradizionale Manettino dei controlli di dinamica veicolo. L'eManettino comprende quattro modalità di funzionamento selezionabili tramite comandi al volante

Ferrari 296 GTB, prova su strada

La prova su strada della Ferrari 296 GTB ha definitivamente rimosso ogni dubbio sulla scelta di montare un motore V6 plug-in hybrid su una supercar del Cavallino. Nonostante il numero di cilindri “poco nobile” per una Ferrari, a Maranello sono riusciti a portare su strada il concetto di “fun to drive”. Ad una prima lettura potrebbe sembrare la classica frase coniata in una riunione marketing ma, chilometro dopo chilometro, l'aumento esponenziale del divertimento ne confermata il concetto. La 296 GTB oltre ad essere velocissima, la potenza complessiva arriva a 830 cavalli, ha mostrato una grande facilità d'uso e la capacità di adattarsi perfettamente alle esigenze dell'utilizzatore. Può essere una comoda gran turismo da weekend e al tempo stesso la compagna ideale per ridurre il tempo sul giro in pista. Altro punto arriva dal suono, dove le note emesse si avvicinano in molti frangenti a quelli di un tradizionale V12. Il tutto aggiungendo la componente elettrica, capace di assicurare 25 km in elettrico puro (utile ad esempio in contesti urbani o per uscire dal garage di casa senza svegliare tutta la famiglia) e di contribuire alla potenza massima di 830 cavalli. Prezzo? Si parte da poco più di 267 mila euro ma si superano facilmente i 300 mila euro “grazie” alla lunga lista optional.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti