ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIndustria

Ferrari, quindici nuovi modelli nel prossimo triennio. Tante ibride ed elettriche

Conciliando la tradizione con l’innovazione, la Ferrari apre un nuovo capitolo della sua leggendaria storia per spingersi più che mai oltre i confini in modo distintivo anche nel percorso dell’elettrificazione

di Massimo Mambretti

3' di lettura

La Ferrari ha presentato durante il Capital Markets Day il piano strategico 2022-2026 che prevede un fitto programma di lanci. Sono ben quindici i nuovi modelli del Cavallino Rampante che arriveranno a partire dalla fine di quest’anno, periodo in cui sarà svelata la Purosangue. Ovvero, il suv secondo Ferrari, spinto da un V12.

La strategia definita dalla Ferrari si prefigge di mantenere la gamma ai massimi livelli preservandone l’unicità. Ogni Ferrari sarà sviluppata per un posizionamento unico secondo il principio diverse Ferrari per diversi ferraristi e diverse Ferrari per momenti diversi. Per rispettare questo principio la gamma si declinerà in modelli Icona, Supercar e Serie Speciali. Insomma, il filone delle prossime Ferrari sarà molto articolato, ma sempre guidato dalla filosofia di conciliare la tradizione con l’innovazione per fare battere il cuore a prescindere dal powertrain. Al riguardo la Ferrari precisa che entro il 2026 la gamma sarà composta per il 60% da modelli ibridi ed elettrici (il primo full-electric sarà presentato nel 2025) e per il rimanente da vetture con motori termici. Nello stesso periodo sarà presentata anche la tanto attesa Supercar.

Loading...

Tre famiglie di motori all’insegna del piacere della guida

Di conseguenza, la Ferrari continuerà̀ a lavorare all’innovazione del motore a combustione interna e, con il supporto dei partner, svilupperà̀ soluzioni nel campo dell'efficienza energetica e dei carburanti alternativi per accrescere una parte essenziale della tradizione del marchio. Questo percorso si affiancherà a quello intrapreso nel 2009 con il trasferimento della tecnologia ibrida dal mondo delle corse alla produzione, ispirato dalla convinzione che un powertrain ibrido aumenti le performances. Nei prossimi anni, quindi, alle quattro attuali Ferrari ibride se ne aggiungeranno molte altre.

Il capitolo dei powertrain full-electric sarà sviluppato per offrire emozioni di guida di una vera Ferrari travasando la tecnologie del mondo delle corse, la meccanica di precisione, la fluidinamica e il software per le prestazioni. Tutti i motori elettrici della Ferrari saranno progettati, sviluppati e realizzati artigianalmente a Maranello.

La prima Ferrari elettrica avrà caratteristiche uniche che le consentiranno di distinguersi a tutto campo per la potenza del motore, il peso, il suono e le emozioni di guida che offrirà. Elemento di distinzione chiave delle Ferrari elettriche sarà il modo in cui le celle delle batterie, acquistate per garantire la massima qualità e la tecnologia più avanzata disponibile sul mercato, saranno assemblate a Maranello. I moduli della batteria realizzati artigianalmente saranno integrati nel telaio delle vetture seguendo un processo rivolto a ridurre il peso della vettura, ad aumentare le prestazioni e a creare un'esperienza di guida tipicamente Ferrari. Un fattore che sarà perseguito non solo realizzando componenti e adattando tecnologie esistenti alle esigenze della Ferrari, ma anche limitando la guida autonoma al livello 2 più evoluto per preservare le emozioni di chi sta al volante.

Open-innovation e nuovo e-building per le elettriche

Il piano di sviluppo della Ferrari affiancherà alla tradizione produzione interna delle componenti strategiche anche la collaborazione per lo sviluppo e la personalizzazione delle migliori soluzioni esistenti con partner selezionati. Le partnership strategiche nelle aree hardware e software non-core garantiranno l'accesso a soluzioni tecnologiche all'avanguardia, contribuendo a mantenere un approccio disciplinato agli investimenti e migliorando al contempo il design, le prestazioni e le emozioni di guida. Per supportare gli obiettivi del piano strategico e garantire una capacità tecnica superiore alle esigenze negli anni a venire è previsto un ampliamento dello stabilimento di Maranello. In particolare, l’impianto sarà arricchito da un nuovo e-building dove verranno progettati, realizzati artigianalmente e assemblati i motori elettrici, gli inverter e le batterie, mentre un nuovo impianto di verniciatura consentirà un livello di personalizzazione ancora più ampio, un trend in continua crescita nel settore del lusso.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti