industria dolciaria

Ferrero raddoppia la produzione dei biscotti Nutella

Pronti circa 80 milioni per l’impianto in Basilicata da 6mila metri quadrati. A regime sulle linee produttive lavoreranno tra 200 e 250 persone

di Filomena Greco

default onloading pic
I biscotti alla Nutella: nel 2019 Ferrero ha assunto 150 persone nello stabilimento produttivo di Balvano

Pronti circa 80 milioni per l’impianto in Basilicata da 6mila metri quadrati. A regime sulle linee produttive lavoreranno tra 200 e 250 persone


3' di lettura

Al debutto sono stati un vero e proprio fenomeno di mercato, con la “promessa” di scalare la classifica nel comparto biscotti e arrivare in prima posizione. Un debutto di successo quello di Ferrero con i Nutella biscuits, tanto che ora si punta a raddoppiare la produzione nello stabilimento di Balvano, in Basilicata, e passare da 16mila a 33mila tonnellate all’anno.

L’investimento

Loading...

Sul piatto c’è un investimento per circa 80 milioni di euro destinato a realizzare entro l’autunno prossimo un ampliamento produttivo da circa 6mila metri quadri. Per il progetto – si tratterà di un edificio a più piani – è arrivato l’ok da parte della giunta regionale della Basilicata, guidata dal presidente Vito Bardi, sotto forma di approvazione della modifica dell’Aia, l’Autorizzazione integrata ambientale, richiesta da Ferrero per il polo produttivo di Balvano, uno dei quattro del Gruppo presenti in Italia (Alba, Pozzuolo Martesana e Sant’Angelo dei Lombardi).

A regime, sulle linee produttive dedicate ai biscotti alla Nutella lavoreranno tra le 200 e le 250 persone, un incremento significativo rispetto alle 150 assunzioni fatte dal Gruppo circa un anno fa, in fase di avvio della nuova produzione. La selezione dei nuovi profili intanto è già aperta, sul canale Ferrerocareers.

La nuova linea riprodurrà le innovazioni tecnologiche introdotte in fabbrica l’anno scorso. Per la produzione dei Nutella biscuits, Ferrero ha puntato su un’area produttiva smart, dotata di 18 punti di visione installati, per un controllo capillare della qualità di prodotto e applicazioni di intelligenza artificiale, accanto ad un’isola picker tra le più grande al mondo, dotata di oltre 40 braccia meccaniche, 7 robot e 200 motori, frutto di otto mesi di lavoro per il montaggio e un investimento, in quella fase, pari a 120 milioni di euro.

Dal punto di vista autorizzativo, invece, la modifica dell’Aia approvata dalla Regione Basilicata prevede la realizzazione di un nuovo corpo di fabbrica, la ricollocazione di alcune aree di deposito temporaneo dei rifiuti, la riconfigurazione delle reti di scarico e infine la rimodulazione del quadro delle emissioni.

Le novità sul mercato

L’iniziativa arriva all’indomani di una fase di mercato delicata, condizionata dal lock-down, e si inserisce in una serie di nuovi investimenti del Gruppo, a cominciare dal lancio del nuovo plumcake a marchio kinder, a base di yogurt greco. Per Ferrero si tratta di sperimentare, nel comparto delle brioche, un formato nuovo rispetto ai classici mattoncini o trancini. Un formato che allarga di fatto la famiglia di prodotti lievitati in un settore ampiamente presidiato – esattamente come per i Nutella Biscuits – da big player italiani come il Gruppo Barilla.

La politica dei “piccoli passi” da sempre portata avanti dal gigante di Alba si è affiancata, dal 2016 ad oggi, ad una stagione di acquisizioni e di ampliamento della gamma di prodotti. A cominciare proprio dal mondo dei biscotti: risale al 2016 infatti l’operazione sulla belga Delacré, marchio storico di settore, seguita dalle due acquisizioni negli Stati Uniti, il ramo dolciumi della Nestlé e i biscotti e gli snack Kellogg, per arrivare a luglio 2019 ai biscotti danesi Royal Dansk e Kjeldsens, parte di Campbell Soup Company.

L’Italia resta, oltre che uno dei principali mercati per un gruppo diventato ormai un player internazionale – con ricavi a quota 11,4 miliardi –, anche un vero e proprio laboratorio per mettere a punto nuove produzioni. E proprio al legame con l’Italia guarda la nuova campagna lanciata da Ferrero insieme a Enit, l’Agenzia nazionale del turismo, che avrà come protagonisti i barattoli di Nutella in edizione speciale, dal 12 ottobre per promuovere – con il logo «Ti Amo Italia» – i luoghi più belli della penisola.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti