ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùNautica

Ferretti group rinnova l’accordo con Rolls-Royce per gli yacht

Il ceo Alberto Galassi: «L’intesa offre la garanzia di forniture sempre disponibili e prezzi al riparo dagli sbalzi del mercato»

di Raoul de Forcade

2' di lettura

Ferretti group, specializzato nella realizzazione di barche di lusso con sette marchi controllati (Ferretti yachts, Wally, Riva, Pershing, Itama, Crn e Custom line), continuerà a utilizzare i motori e i sistemi di propulsione Mtu di Rolls-Royce per alimentare i suoi yacht.

Le due aziende hanno, infatti, esteso il loro accordo quadro di collaborazione fino alla fine del 2027. Lo comunicano, in una nota congiunta, le due società, le quali chiariscono che «da parecchi anni i motori e i sistemi di propulsione Mtu di Rolls-Royce vengono adottati da Ferretti Group, in particolare nei modelli di maggiori dimensioni».

Loading...

Fondamentale per i prezzi la durata quinquennale

«Il rinnovo di questo accordo quadro da parte di Ferretti – afferma Andreas Schell, ceo di Rolls-Royce Power Systems – è un enorme voto di fiducia nei nostri confronti e nei confronti dei nostri prodotti Mtu, in un mercato difficile e in un ambiente tecnologico impegnativo».

Alberto Galassi, ceo di Ferretti group, da parte sua, spiega di essere «estremamente felice di annunciare il rinnovo dell’accordo con Rolls-Royce per le componenti e soluzioni Mtu. La durata quinquennale è fondamentale, perché offre la garanzia di forniture sempre disponibili e prezzi al riparo dagli sbalzi del mercato, questo accordo incrementa anche ulteriormente l’efficienza della nostra supply chain».

Nel 2024 yacht Ferretti a propulsione ibrida

Denise Kurtulus, vicepresidente di Global Marine presso la divisione Power Systems di Rolls-Royce, aggiunge: «Lavorando insieme, affronteremo anche le sfide climatiche e ambientali che ci attendono. Nel prossimo futuro, il motore a combustione interna sarà la fonte di energia preferita per le applicazioni, compresi gli yacht, che richiedono le massime prestazioni da un gruppo motore compatto, e avrà un ruolo importante nel passaggio a un mondo di navigazione sostenibile».

Nel 2024, prosegue Kurtulus, «ad esempio, è prevista la costruzione di uno yacht di Ferretti group con un sistema di propulsione ibrida Mtu. Inoltre, nel 2023 i motori Mtu delle serie 2000 e 4000 saranno omologati per funzionare con carburanti sintetici sostenibili, conformi allo standard En15940. Questi includono carburanti come l’olio vegetale idrotrattato e l’e-diesel.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti