trasporti

Ferrovie, incendio sulla direttissima Roma-Firenze e treni nel caos. Guasto anche a Torino

Il traffico è fortemente rallentato e a tratti sospeso per un guasto alla linea direttissima Roma-Firenze a seguito di un incendio a Settebagni

di Marco Morino

default onloading pic

Il traffico è fortemente rallentato e a tratti sospeso per un guasto alla linea direttissima Roma-Firenze a seguito di un incendio a Settebagni


3' di lettura

Sono ore di passione per chi deve prendere un treno, sia per i passeggeri dell’Alta velocità sia per i pendolari. La circolazione sulla rete ferroviaria nazionale è nel caos a causa di due punti di crisi: a Settebagni, sulla direttissima Roma-Firenze e nel nodo ferroviario di Torino. Al momento si registrano cancellazioni e ritardi fino a 120 minuti. Ma andiamo con ordine.

Incendio a Settebagni
Il traffico è fortemente rallentato e a tratti sospeso per un guasto alla linea direttissima Roma-Firenze a seguito di un incendio tra Settebagni e Capena. I convogli Av sono tutti instradati sulla linea lenta tra Roma e Orte con maggior tempo di percorrenza fino a 120 minuti per i treni in viaggio.
È in corso la riprogrammazione dell'offerta di Trenitalia ma va detto che anche i convogli di Italo risultano al momento coinvolti nell’emergenza che sta mettendo in crisi anche il trasporto locale.

Dalle prime informazioni, l’incendio sarebbe localizzato nel primo binario della stazione di Settebagni. Situazione critica anche nel nodo di Roma. Al momento il tabellone di Roma Termini vede l’Italo 9912 da Napoli con 60 minuti di ritardo, il Frecciarossa 9518 da Salerno con 70 di ritardo. Ritardi anche per il regionale 2321 da Ancona con +40 e da Foligno 2479 con +35. Ritardo al momento di 35 minuti per il Frecciarossa 9503 da Firenze e di 45 minuti per l'Italo 8934 da Salerno.

Nel pomeriggio la situazione è gradualmente tornata alla normalità. Alle ore 16 è stato riattivato il binario in direzione Nord della linea direttissima Roma-Firenze. Lo comunica, in una nota, Rfi spiegando
che «prosegue il lavoro delle squadre di Rete Ferroviaria
Italiana per riattivare in serata anche il binario in direzione
Sud, ripristinando interamente l’infrastruttura ferroviaria fra
Roma e Firenze».

È stato modificato per l’intera giornata, precisa la nota, il programma dei treni alta velocità, a media e lunga percorrenza e regionali da e per Roma con ritardi e cancellazioni. I treni alta velocità in direzione Nord, che prima percorrevano la linea convenzionale, ridurranno progressivamente i ritardi. Quelli in direzione Sud continuano a registrare allungamenti dei tempi di viaggio fino a 60 minuti.

Guasto a Torino
Non solo Roma ma anche Torino. Mattinata nera per i pendolari della città sabauda visto che dalle ore 5 il traffico ferroviario è rallentato per un inconveniente tecnico al sistema che gestisce la circolazione. «I treni - fanno sapere da Trenitalia - potranno subire ritardi fino a 60 minuti, cancellazioni o limitazioni». È in corso l'intervento dei tecnici di Rfi.

Due mesi in salita

Nel corso della giornata la situazione è tornata gradualmente alla normalità. Nel nodo di Torino il traffico ferroviario è tornato regolare dalle ore 9,20. I disagi sono stati pesanti. I treni in viaggio hanno subìto ritardi fino a 100 minuti, mentre cinque regionali sono stati cancellati e 31 limitati nel percorso. A Settabagni i lavori di ripristino sono preseguiti anche nel pomeriggio.

I primi due mesi dell’anno non sono iniziati bene per le ferrovie italiane. I nostri treni hanno già visto un gravissimo incidente ferroviario a un convoglio di punta della flotta di Trenitalia (6 febbraio 2020 nei pressi di Lodi), una linea Av chiusa per un mese per il conseguente ripristino, stazioni saltate per l’allarme coronavirus, treni regionali e ad Alta velocità con pochissimi passeggeri a bordo con inevitabili riduzioni delle corse giornaliere (2.300 in meno nella sola Lombardia) e oggi un incendio a Settebagni e un guasto a Torino che stanno paralizzando la circolazione in due dei più importanti nodi d'Italia.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti