ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMontegranaro (Fermo)

Fessura lancia la sneaker hi tech che guarda allo sviluppo del territorio

.

di Michele Romano

La sneakers TRAILFLEX® VTR E15 richiama il sentiero E-15 del Monte Vettore, la vetta più alta del Parco Nazionale dei Monti Sibillini

3' di lettura

Fare di una sneaker un simbolo di tecnologia spinta e un progetto di marketing territoriale: si chiama TRAILFLEX® VTR E15 e richiama il sentiero E-15 del Monte Vettore, la vetta più alta del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. A realizzarla è Fessura, azienda di Montegranaro (Fermo) oggi in mano ad Andrea, mente creativa del progetto, Giorgio, direttore finanziario, e Marco Vecchiola, responsabile della produzione: rappresentano la terza generazione di calzaturieri, che hanno fondato l’azienda nel 2000, ispirati dal nonno Aldo Botticelli, che nell’immediato Dopoguerra trasformò un deposito di grano costruito nel 1700 in un calzaturificio. Oggi l’azienda, considerata tra le più innovative nel mercato globale delle sneakers, è inserita nel Programma Elite di Borsa Italiana e dal 2021 è partecipata dal Fondo Azimut ed altri investitori di caratura internazionale. «L’apertura del mercato finanziario è servita principalmente per dare una spinta di marketing, puntando sia sulla crescita della brand awareness che dell’immagine – spiega Andrea Vecchiola, ceo dell’azienda -. Certamente ha comportato una maggiore organizzazione e crescita del team, mentre ha toccato solo marginalmente la parte produttiva».

Il progetto industriale è raccontato nel nome e anche il logo, con la sua fenditura, lo raffigura. «La nostra non è stata solo una scelta fonetica o stilistica, ma ha un significato più profondo – spiega il ceo Andrea Vecchiola -. Il brand, come attraverso una fessura, guarda oltre ed è alla costante ricerca di novità e cambiamento». E la scelta di un progetto geolocalizzato nelle Marche significa voglia di crescere dove tutto è iniziato e di contribuire alla valorizzazione di questa regione.

Loading...

VTR-E15 conferma sempre più quanto il dialogo tra moda e funzionalità siano in Fessura alla base di ogni progetto e di come il confine tra sport e moda sia sempre più sottile. Vecchiola lo definisce con orgoglio «un progetto di moda funzionale». Per realizzarla è stata utilizzata la tecnologia brevettata REFLEXSYSTEM™, quattro cuscinetti presenti all’interno della suola della calzatura, che sono in grado di assorbire e rilasciare contemporaneamente energia in punti differenti del piede, secondo i principi della riflessologia plantare. La commercializzazione inizierà nella primavera del prossimo anno, con un evento che prevede una gara di trailrunning sul Monte Vettore. Sempre nel 2024 è previsto il lancio dell’applicazione Fessura Lab, che grazie ad alcuni sensori inseriti nella scarpa permetteranno di monitorare attività fisica e nuovi parametri vitali, a cominciare dai livelli di stress di chi la indossa, un programma avviato due anni fa, che prevedeva di testare un’applicazione di tracciamento dell’attività fisica.

«L’idea è di rendere la tecnologia democratica e abbinarla a tutte le linee a tecnologia Reflexsystem – sottolinea Vecchiola -, il terzo dei nostri brevetti dopo Sockshoes, comoda come un calzino e stabile come una normale calzatura, e Change, il nostro prodotto più iconico e pioniere delle calzature ecosostenibili (brevettato nel 1999, ndr.), grazie al sistema di costruzione senza colle e cuciture, che riduce almeno del 50% l’emissione di CO2 rispetto a qualsiasi altra calzatura». Proprio Change ha accompagnato la realizzazione di una foresta di 200 alberi di Caco in Camerun, ma oggi sono oltre 2.000 gli alberi piantati da Fessura in varie località del pianeta, sostenendo una campagna dell’organizzazione Treedom. Una visione fortemente legata alla sostenibilità quella dell’azienda marchigiana, che ha convinto i colossi Pepsi e Stellantis, per i quali sono state realizzate sneakers limited edition.

La produzione delle sneakers è concentrata a Dongguan, nella regione del Canton, che per Vecchiola è come se fosse una città del distretto calzaturiero delle Marche semplicemente localizzata in Cina: «È un polo di qualità, che si sta evolvendo a grande velocità, all’interno del quale ci sono tanti giovani che studiano, viaggiano, consumano. Possiamo contare su una manodopera altamente qualificata». Non è un caso, dunque, che proprio in Cina, «dove i consumi interni sono ripresi», Vecchiola sia alla ricerca di nuove aree per produrre: «Se voglio mantenere il brand e un prodotto a di qualità a prezzi accessibili ho bisogno di tecnologia e manodopera a costi giusti». La presenza in Asia del brand marchiano si completa con una controllata a Hong Kong, mentre le vendite avvengono principalmente tramite 300 negozi multi-brand, boutique mono-marca e l’e-commerce.

Oggi Fessura è presente in 20 Paesi al mondo: gli ultimi mercati di sbocco sono Israele e Cile, mentre l’obiettivo del prossimo anno sarà quello di consolidare la presenza sul mercato asiatico e di spingere ulteriormente sugli Stati Uniti. «Vogliano diventare un punto di riferimento per le sneakers fashion-tech – annuncia il ceo – e successivamente iniziare a sviluppare abbigliamento e accessori, con design e arte che si uniscono alle nuove tecnologie, dando vita a prodotti senza tempo, performanti e sostenibili».

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti