Oltre 9,8 milioni le occupate

Festa della mamma e coronavirus, 3 milioni le donne divise tra figli piccoli a casa e lavoro

I consulenti del lavoro: su oltre 9,8 milioni di occupate in Italia, le mamme sono 5,4 milioni. E per quelle con figli minori il ritorno al lavoro nella fase potrebbe essere difficile

di Al.Tr.

Festa della mamma, 3 milioni le donne divise tra figli a casa e lavoro

I consulenti del lavoro: su oltre 9,8 milioni di occupate in Italia, le mamme sono 5,4 milioni. E per quelle con figli minori il ritorno al lavoro nella fase potrebbe essere difficile


2' di lettura

Su 9 milioni e 872mila occupate, nel nostro Paese, le mamme «sono circa 5,4 milioni e, di queste, 3 milioni hanno almeno un figlio con meno di 15 anni». Durante il lockdown per l’emergenza coronavirus hanno lavorato più dei papà e nella fase 2, viste le difficoltà di conciliazione tra lavoro e famiglia, potrebbero ritrovarsi di fronte al dilemma se continuare a lavorare oppure no. Lo dicono i dati di ricerca della Fondazione studi dei consulenti del lavoro, diffusa alla vigilia della Festa della mamma che si celebra il 10 maggio. Fiori e piante sono il regalo più gettonato secondo la Coldiretti.

I numeri
Secondo i consulenti del lavoro, dunque, le mamme hanno lavorato più dei papà, «un fattore collegabile al differente livello di occupazione tra uomini e donne nei settori industriali e nei servizi essenziali, laddove la presenza femminile risulta più bassa nei primi e più alta nei secondi». Su 100 occupate con almeno un figlio con meno di 15 anni, 74 hanno lavorato ininterrottamente (contro 66 uomini nella stessa condizione), il 12,5% ha ripreso il lavoro dallo scorso 4 maggio, mentre il 13,5% dovrebbe ritornare alla propria attività entro la fine del mese. Ma non è detto, sottolinea la ricerca, perché potrebbero non riuscire a gestire la conciliazione tra lavoro e impegni familiari.

Una festa della mamma «faticosa»
Tra turnazioni degli studenti, alternanza casa-scuola, formazione a distanza, le mamme italiane - dicono i consulenti del lavoro - dovranno gestire una quotidianità particolarmente complessa. Lo smart working “riscoperto” in questo periodo potrebbe sicuramente essere di aiuto, ma anche qui, dice la ricerca, emerge un paradosso, perchè sono le lavoratrici meno qualificate quelle che dovrebbero necessariamente recarsi in sede per lavorare e parallelamente accudire in prima persona i figli con meno di 15 anni. Secondo la ricerca, si tratta di 1mln 426 mila lavoratrici (il 48,9% delle lavoratrici mamme), di queste circa 710 mila percepiscono uno stipendio netto inferiore ai 1.000 euro.

I regali ai tempi del virus
Secondo un sondaggio web della Coldiretti tre italiani su quattro (75%) nell’anno della pandemia scelgono fiori e piante come regalo per la festa della mamma. Seguono i cioccolatini (12%), gioielli o bigiotteria (12%) o capi di abbigliamento (1%). Coldiretti ha promosso iniziative nei mercati degli agricoltori di campagna amica in tutta Italia con il regalo alle mamme di un fiore e l'opportunità di una offerta libera per sostenere l'iniziativa la spesa sospesa a favore delle famiglie più bisognose. La preferenza per i fiori, sostiene inoltre Coldiretti, è «una boccata di ossigeno per uno tra i settori più colpiti dall'emergenza coronavirus. L’organizzazione agricola stima che il danno nel 2020 per il settore florovivaistico è pari a 1,5 miliardi di euro dovuto a problemi sull’export, ritardi e problemi nel trasporto su gomma, la chiusura dei canali distributivi ma anche il divieto di cerimonie.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...