Industria

Festival dell’Economia di Trento con Sky, Ft, El Economista

L’evento con nove premi Nobel, 10 ministri, decine di leader seguito da grandi media internazionali e con il record di 30 business partner

di Redazione Economia

3' di lettura

La macchina organizzativa del Festival dell’Economia di Trento, in programma dal 2 al 5 giugno prossimi nel nuovo format ideato dal Gruppo 24 Ore, è ormai avviata a pieno regime. Martedì scorso, a Milano, è stato presentato il programma (dal titolo «Dopo la Pandemia, tra Ordine e Disordine»), che prevede oltre 200 eventi durante i quali 250 relatori tra premi Nobel, economisti, politici e imprenditori si confronteranno tra loro e con il pubblico sui profondi cambiamenti dell’economia mondiale a seguito dei due drammatici eventi che stiamo vivendo, il Covid e la guerra tra Russia e Ucraina.

Il parterre dei relatori conta nove premi Nobel, oltre 75 rappresentanti del mondo accademico, 20 economisti, 36 profili internazionali, più di 30 tra manager e imprenditori e dieci ministri. Ma anche la scuderia dei partner di questa XVII edizione presenta numeri da record e adesioni di grande rilievo, che confermano il riconoscimento, su scala anche internazionale, dell’importanza di questo Festival e del lavoro fatto dagli organizzatori.

Loading...

Per quanto riguarda le media partnership, si consolida innanzitutto la collaborazione tra il Sole e Sky Tg 24, che trasmetterà in diretta da uno studio allestito in piazza Cesare Battisti. Nella stessa piazza sarà presente anche Radio 24, dando vita così a un vero media center a cielo aperto. Il rilievo internazionale dell’evento è poi testimoniato dalle collaborazioni con due tra i più prestigiosi publisher economici internazionali: Financial Times ed ElEconomista.es. Una doppia partnership che testimonia la qualità del nuovo format del Festival, che vede riunire nel capoluogo trentino il gotha del mondo economico finanziario, accademico, politico e istituzionale. Le due testate, oltre a coprire l’evento, parteciperanno con i loro giornalisti alla moderazione di alcuni degli incontri in programma. Completa il quadro la media partnership di Rai Radio 1 e Rai Radio 3, che trasmetteranno in diretta da Trento durante le giornate della manifestazione.

Una trentina, inoltre, i business partner che hanno scelto di sostenere la prima edizione del Festival targata Gruppo 24 Ore: con oltre 27 realtà che hanno già aderito, e altre in arrivo, si tratta di un numero record nella storia della manifestazione. Quattro i Top partner del Festival, presenti a Trento con alcuni dei propri manager: Banca Intesa, con il presidente Gian Maria Gros-Pietro; Capgemini, con l’amministratore delegato Andrea Falleni; Confcooperative, con il presidente Maurizio Gardini; Enel, con l’amministratore delegato Francesco Starace. Tre i Main partner: per Ferrovie dello Stato parteciperà l’amministratore delegato Luigi Ferraris; per Itas Mutua il presidente Giuseppe Consoli; per Simest il presidente Pasquale Salzano. Sette sono invece gli Official partner: Abi, con il presidente Antonio Patuelli; Autostrada del Brennero, con l’amministratore delegato Diego Cattoni; Conai, con la responsabile Centro studi per l’economia circolare, Simona Fontana; Rina, con l’amministratore delegato Ugo Salerno; Telepass, con il presidente Ezio Bassi; Tim, con l’amministratore delegato Pietro Labriola; Terna. Tra gli altri manager e imprenditori presenti a Trento, ci saranno Antonio D’Amato, presidente della Fondazione Mezzogiorno; Alberto Viano, ad di LeasePlan Italia; Giuseppe Virgone, amministratore unico di PagoPA SpA; Dario Tosetti, presidente e amministratore delegato di Tosetti Value; Enzo Salza presidente di Tinexta. Si tratta delle realtà Supporter della manifestazione, a cui si aggiungono Cooperativa Auxilium, Doppelmayr, Grant Thornton e Hydro Dolomiti Energia.

Un’altra novità importante dell’edizione 2022 è la collaborazione con La Glass House dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli. A Trento sarà presente il direttore generale Marcello Minenna e inoltre l’Agenzia allestirà in Piazza Fiera una tappa itinerante del suo progetto “Casa dell’Anticontraffazione”, con cui mette in vetrina il mercato del falso: prodotti contraffatti, che violano la normativa sul made in Italy e per i quali è stata inibita l’immissione in commercio. L’iniziativa testimonia l’impegno dell’Agenzia a tutela delle eccellenze italiane, con l’obiettivo di far conoscere al pubblico il fenomeno criminale dei falsi, i suoi ingenti danni all’economia italiana e le sue conseguenze sua salute e ambiente, determinate dalla scarsa qualità dei materiali e da processi produttivi a basso costo.

Tra le iniziative pensate per coinvolgere il pubblico dei giovani rientra «Policy Dialogues», sviluppata in collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Ufficio del Parlamento Europeo in Italia: a margine degli incontri del palinsesto principale, gli esponenti della Commissione ospiti a Trento, si ritaglieranno momenti per dialogare e rispondere alla domande dei ragazzi, presso la Sala Lobby del Museo delle Scienze. In Piazza Fiera sarà inoltre attivo uno spazio di informazione e divulgazione ai cittadini delle attività delle istituzioni comunitarie.

Infine, ricordiamo le collaborazioni con Fondazione Pirelli, Fondazione Caritro (che sostiene il Fuori Festival e le iniziative rivolte a famiglie e giovani) e Fondazione Museo del Violino Antonio Stradivari che, con il Conservatorio “F.A. Bonporti” di Trento, darà vita agli appuntamenti musicali della manifestazione.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti