Agenti immobiliari

Fiaip, alleggerire il Fisco sulla casa e confermare tutti i bonus per (almeno) tre anni

Si è aperto a Bologna il XV Congresso nazionale dell’associazione che riunisce gli intermediari immobiliari. Al centro, le politiche per la casa, dalla proroga del Superbonus alla riforma del catasto e il conseguente rischio di un aumento della pressione fiscale

di Laura Cavestri

(IMAGOECONOMICA)

3' di lettura

Riforma del catasto – con effetti fiscali, pur se posticipati al 2026 – e mantenimento strutturale (per almeno 3 anni) di tutti i bonus per la casa (dall’efficientamento energetico agli arredi, dalla sicurezza antisismica alle facciate) sono i pilastri attorno cui ruota il confronto degli intermediari immobiliari Fiaip, riuniti alla Fiera di Bologna, per 3 giorni, in occasione del XV Congresso nazionale di categoria.

«Il settore immobiliare è il motore trainante dell’attuale ripresa, mettere mano in questo momento alla fiscalità immobiliare ci pare inopportuno e fuori luogo – ha affermato il presidente di Fiaip, Gian Battista Baccarini –. Accogliamo con favore il rafforzamento di misure di rilievo in tema di efficientamento energetico degli edifici, su tutti la proroga del Superbonus 110%. Ma siamo perplessi sull’annunciata riforma del Catasto, che non potrà che sfociare nell’ennesimo aumento della tassazione immobiliare».

Loading...

Baccarini ricorda che già il governo Monti, con il decreto Salva Italia, aumentò le rendite catastali del 65%, portando la tassazione immobiliare a 23 miliardi contro i 9 miliardi della vecchia Ici. «Se si vuole riformare il Catasto – ha aggiunto Baccarini – si inizi ad eliminare l’attuale tassazione patrimoniale e si ritorni al concetto originario in cui lo Stato può tassare solo i beni che producono una rendita. Non vorremmo mai che si tornasse a considerare l’immobiliare come un bancomat di Stato».

Allarme subito raccolto e rilanciato da Giorgio Spaziani Testa, presidente di Confedilizia: «Le indicazioni della Commissione Ue invitano il Governo all’intervento sul catasto al fine dell’aumento della tassazione sugli immobili. Per questo, anche se ogni rimodulazione è posticipata al 2026, non ci fidiamo. È pericolosa, perchè prelude a rimbalzi insostenibili della tassazione, con effetti sociali sull’Isee. E poi la locazione. L’articolo 3 della delega fiscale parla anche di armonizzazione delle aliquote di tutti regimi cedolari con possibilià di aumenti, ad esempio sulla cedolare secca sugli affitti».

«L’aumento del 6% di Pil quest’anno – spiega Angelo Deiana, presidente di Confassociazioni – è soprattutto un rimbalzo congiunturale. Bisogna che una crescita, almeno del 3-4%, diventi strutturale nei prossimi anni. L’ultimo report Istat ha indicato i settori-traino su cui puntare: export manifatturiero e immobiliare, sia in termini di investimenti e transazioni, sia di ristrutturazioni. Per questo, penso che la diminuzione delle tasse sulle transazioni di investimento e la strutturazione di tutti i bonus così come sono sino ad almeno il 2025 sarebbe coerente con gli obiettivi di crescita del Paese a medio termine».

«La professionalità dell’intermediazione immobiliare, come quella della dimensione finanziaria – ha detto Luca Bonansea, direttore commercial banking di Bnl Bnp Paribas – si è fortemente digitalizzata e certificata. Dati Abi legati all’esplosione dei servizi bancari mostrano che la fruizione a distanza è passata da 16 a 18,3 milioni di utenti. Mentre il nostro ufficio studi ha messo in evidenza come del +6% di crescita di Pil, il 15,5% è legato alla ripresa degli investimenti e, di questi, il 20% sono solo quelli immobiliari. La banca è sempre più una piattaforma che “aggrega” servizi e sulla casa intendiamo “accompagnare” il cliente a tutto tondo senza sovrapposizioni di professionalità ma in sinergia con l’intermediazione. Dalla consulenza sulla corretta allocazione del risparmio al mutuo, dalla domiciliazione delle utenze alle attività per la manutenzione e la sicurezza».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati