test drive

Fiat 500 e Panda Hybrid in prova: quanto consumano e come vanno le nuove ibride leggere

Al volante delle nuove Fiat 500 e Panda Hybrid, spinte dal motore 1.0 Firefly abbinato all'unità elettrica. Prezzo da 19.150 euro per la 500 e versione di lancio per entrambe i modelli.

di Simonluca Pini

default onloading pic

Al volante delle nuove Fiat 500 e Panda Hybrid, spinte dal motore 1.0 Firefly abbinato all'unità elettrica. Prezzo da 19.150 euro per la 500 e versione di lancio per entrambe i modelli.


3' di lettura

L'elettrificazione arriva in casa Fiat con le nuove 500 e Panda Hybrid. Il marchio torinese ha scelto la motorizzazione 1.0 FireFly abbinata alla tecnologia Mild Hybrid a 12 Volt per debuttare nel sempre più ricco segmento delle compatte con omologazione ibrida. Per le due novità di casa Fiat niente prese di corrente o possibilità di viaggiare a zero emissioni ma un sistema ibrido leggero che riduce le emissioni, i consumi e soprattutto offre la possibilità di accedere agli stessi vantaggi dei modelli full hybrid.

Fiat Panda e 500 Hybrid, le foto delle citycar mild hybrid

Fiat Panda e 500 Hybrid, le foto delle citycar mild hybrid

Photogallery21 foto

Visualizza

Fiat 500 e Panda Hybrid 2020
Sotto il cofano Il nuovo propulsore Mild Hybrid a benzina nella versione 1.0 a 3 cilindri ed eroga 70 CV (51,5 kW) di potenza massima a 6.000 giri/min e 92 Nm di coppia massima a 3.500 giri/min. Grazie a soluzioni come il basamento cilindri in lega d'alluminio ill peso del motore si è fermato a 77 kg. A questo si aggiunge il sistema elettrico Bsg (Belt integrated Starter Generator) da 3,6 kW/ 5 cavalli. Il sistema BSG è montato direttamente su motore ed agisce mediante la cinghia degli ausiliari. Il sistema permette di recuperare energia in fase di frenata e decelerazione, immagazzinarla in una batteria al litio da 11 Ah di capacità posizionata sotto al guidatore, e sfruttarla, con una potenza di picco di 3,6 kW, per riavviare il motore termico dopo uno stop in marcia e per assisterlo in fase di accelerazione. Grazie a questa tecnologia, il motore termico si spegne anche in marcia al di sotto dei 30 km/h, semplicemente selezionando la posizione di folle del cambio (il quadro strumenti della vettura, che visualizza le informazioni del sistema ibrido, suggerisce quando farlo). Nella modalità “veleggiamento” (”coasting”) la batteria al litio alimenta tutti i servizi assicurando al guidatore il totale controllo della vettura. Per quanto riguarda la trasmissione è disponibile un sei marce manuale, evoluzione del 6 marce C514, che contribuisce anche all'abbassamento dell'intero gruppo motopropulsore di 45 mm

Serie Special Launch Edition
La serie speciale è riconoscibile dall'esclusivo badge a forma di “H”, formata da due foglie con gocce di rugiada, sul montante centrale. Anche la colorazione riprende lo stesso concetto, come sottolineato dal nome “Verde Rugiada”. Internamente, per la prima volta nell'automotive, il filato “Seaqual Yarn” dalla cui tessitura è realizzato uno speciale materiale, certificato da Seaquel Initiative, ottenuto da plastica riciclata di cui il 10% di origine marina e il 90% di origine terrestre. Per ottenere il Seaquel Yarn è necessario prima trasformare la plastica raccolta in mare in scaglie di polietilene tereftalato, da queste scaglie poi realizzare il filato da cui creare i tessuti. Nella fase di tessitura, il poliestere di origine marina viene mescolato con altre fibre ecologiche, naturali, riciclate o recuperate. Un processo green, quindi, che viene completato dall'applicazione di tinture e finiture ecologiche basate sul risparmio di acqua ed energia. Fiat sta collaborando con Seaqual Initiative per sostenere gli interventi per la pulizia degli oceani e prendere provvedimenti contro i rifiuti che finiscono nei mari. Quindi, le due nuove Fiat 500 e Panda Hybrid Launch Edition sapranno soddisfare un cliente attento tanto all'aspetto estetico quanto alle tematiche green.

Fiat 500 e Panda Hybrid, prova su strada
La nostra prova inizia al volante della Fiat 500 Hybrid, provata in versione con tetto in tela apribile. Partendo dal presupposto che ci troviamo a bordo di un'ibrida “leggera”, la novità di Fca mostra un buon spunto nonostante l'assenza del turbo e le indicazioni sulla plancia – oltre ai flussi tra motore termico e batteria – aiutano a ridurre consumi ed emissioni. Provata tra il centro di Bologna e la prima periferia, aggiungendo un veloce puntata sui colli, la 500 Hybrid ha tutte le carte in regola per portare nell'era “elettrificata” il vasto numero di clienti della citycar torinese. Se la motorizzazione mild hybrid e la trasmissione ci sono piaciute per fluidità e prestazioni, ci saremmo aspettati qualcosa di più sul fronte consumi. Infatti, come riportato dal computer di bordo, abbiamo percorso circa 6 litri/100 km. Stesse impressioni anche con la Fiat Panda Hybrid, che abbina la sua tipica funzionalità ai vantaggi dell'omologazione ibrida sul libretto di circolazione.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti