CINQUINO ALLLA SPINA

Fiat 500 elettrica, come sarà la variante Bev dell'icona italiana

di Corrado Canali


default onloading pic

2' di lettura

Il compleanno della storica fabbrica Fiat di Mirafiori, a Torino, andava festeggiato con un modello adeguato. Proprio l'11 luglio, infatti, la location produttiva oggi del Gruppo Fca, celebra 80 anni di vita e 35 modelli prodotti, tra cui la Topolino, la 600, la 500, la Panda, la Uno e la Punto, oltre alla 131 ribattezzata Mirafiori. Per festeggiare gli 80 anni della fabbrica di Mirafiori, il Gruppo Fca ha installato il primo dei 200 robot che servirà a produrre la nuova Fiat 500 elettrica ribattezzata BEV (Battery Electric Vehicle) in 80.000 unità l'anno con 1.250 addetti alla produzione.

Entro fine anno saranno realizzati gli esemplari di preserie della 500 BEV, mentre la produzione sarà avviata nel secondo trimestre 2020, supportata da un piano di 33 milioni di euro per attivare 900 punti di ricarica a cui si aggiungeranno altri 1100 presso i concessionari Fiat. Il debutto ufficiale della 500 BEV dovrebbe avvenire in occasione del Salone dell'auto di Ginevra che si terrà nel mese di marzo del 2020, mentre il lancio sul mercato partirà nei mesi successivi con apertura degli ordini nel corso della prossima primavera.

La 500 elettrica non è una novità assoluta del Fiat, se si pensa che dal 2014 la Fiat 500e è stata prodotta esclusivamente per il mercato americano. La vera novità è che sarà un'auto da città ma di fascia premium, non soltanto per il prezzo ma anche per le caratteristiche. ll fatto di collocare il “cinquino” a batteria nella categoria premium non sarà un problema per due motivi: Fca conta di fare leva su un brand quello della 500 vincente, ma anche sulla storia del modello e sulla sua iconicità che lo lega a più di cinquant'anni di storia, mentre per una sorta di elettrificazione più low-cost proporrà Fiat punterà sulla versione definitiva del prototipo Centroventi.

Fiat 500 elettrica: i nuovi robot per costruirla

Fiat 500 elettrica: i nuovi robot per costruirla

Photogallery20 foto

Visualizza

Da segnalare che la 500 sarà ancora venduta nelle versioni a benzina. Ma non sarà soltanto la 500 a diventare elettrica, sarà realizzata una versione “familiare”, la Giardiniera, anch'essa a zero emissioni. In entrambi i casi saranno utilizzate delle batterie di alimentazione create e sviluppate insieme a Samsung.

FOCUS / Fiat 500 elettrica, la svolta di Mirafiori

Trattandosi di una vettura premium la nuova 500 elettrica è destinata a confrontarsi con la Mini Electric che sarà in vendita più o meno in contemporanea come il “cinquino” EV, ma dovrà vedersela anche con il trittico di city car a batteria dei brand del Gruppo Volkswagen, la VW Up!, la Skoda Citigo e la Seat Mii, soluzioni più popolari e più abbordabili, come le varianti a zero emissioni di Peugeot, la 208, di Opel la Corsa, senza contare la Smart che è da poco diventata un brand solo elettrico. Mentre restando sempre nell'ambito del Gruppo PSA va tenuto conto anche della DS3 Crossback E-Tense che è l'offerta premium del brand di lusso alla francese. Un'altra soluzione EV in tema di crossover urbani è l'offerta di modelli come la Kia Soul EV a cui si abbina, per restare in casa Kia, la Niro elettrica. A questi modelli si affianca la Zoe di Renault mentre non va trascurata la leadership fra le elettriche acquisita dalla Nissan Leaf.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...