FCA

Fiat, Alfa Romeo e Jeep cosa ci aspettiamo di vedere al Salone di Ginevra

di Corrado Canali

2' di lettura

Quello che per ora sappiamo, ma anche il resto che ci aspettiamo di vedere. All'ormai imminente Salone di Ginevra (7-17 marzo) i brand del Gruppo Fca saranno presenti con tante novità di prodotto, ma in occasione della rassegna svizzera annunceranno anche i loro programmi per i prossimi mesi.
Partiamo da Fiat che quest'anno festeggia i 120 anni del brand con la serie speciale celebrativa “120°”, la più elegante e connessa di sempre nelle tre varianti 500X “120°” col motore 1.000 cc FireFly Turbo a benzina da 120 cv, la 500 berlina “120°” col 9000 cc Twin Air sempre a benzina da 85 cv e 500L “120°” col 1.300 cc Multijet turbodiesel da 95 cv. Tutte e tre le vetture sono disponibile in una livrea bicolore bianco e nero. La famiglia 500 “120°” offre, inoltre, di serie l'Uconnect 7” Hd Live touchscreen con in più la predisposizione di Apple CarPlay e la compatibilità di Android Auto.

E veniamo al brand Alfa Romeo che in attesa di svelare alla vigilia dell'apertura del Salone la concept che anticipa il futuro suv compatto derivato dallo Stelvio o forse la show car di una futura sportiva del Biscione, anticipa per ora le nuove serie speciali Giulia Quadrifoglio e Stlevio Quadrifoglio “Alfa Romeo Racing”. Una serie limitata che celebra la partecipazione e il profondo coinvolgimento di Alfa Romeo nel campionato mondiale di Formula 1 insieme a Sauber. Su questa serie speciale alla livrea che rende omaggio alla monoposto Alfa Romeo Racing C38, si abbinano dettagli di stile come i sedili sportivi Sparco con cuciture rosse e guscio in carbonio, il pomello del cambio automatico con inserto in carbonio firmato da Mopar, il volante in pelle e Alcantara con inserti in carbonio.

Loading...

All'interno spicca poi un badge celebrativo con il logo Alfa Romeo Racing. Senza contare i dettagli tecnici come il tetto in carbonio a vista sulla Giulia, i cerchi in lega bruniti da 19” sulla Giulia e da 20” sullo Stelvio e le pinze freno rosse. Inoltre le due serie speciali offrono lo scarico in titanio, l'impianto frenante con dischi carbo-ceramici e i sedili Sparco con guscio in carbonio. L'utilizzo del carbonio è diffuso e coinvolge anche le calotte degli specchietti retrovisori, la “V” del trilobo frontale, gli inserti sulle minigonne, i battitacco della Giulia. A cui si aggiunge la rinnovata Giulietta “model year 2019”.

Passiamo a Jeep che in attesa di annunciare l'arrivo della versione ibrida già ampiamente annunciata della Renegade, ma non solo, al Salone di Ginevra conferma la vocazione di brand “apripista” ormai a tutti gli effetti inseritosi fra i marchi premium a livello internazionale.
Infine Abarth festeggia a Ginevra i suoi 70 anni di vita coi modelli che ne hanno contribuito al successo in questi ultimi anni, ma anche con due versione specifiche come le nuova 595 esseesse e la 124 Rally Tribute. Di tutto e di più, insomma, col brand Mopar che svolgerà sempre il ruolo di collante fra i diversi marchi del Gruppo Fca in tema di personalizzazioni e di servizi postvendita.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti