ipotesi di piattaforma comune

Fiat-Chrysler e Psa studiano un’alleanza sull’auto elettrica

di Simonluca Pini


Piano investimenti Fca in Italia andra' avanti

2' di lettura

Nuove indiscrezioni su possibili alleanze tra Fca e Psa. Dopo l'annuncio da parte del costruttore francese di essere interessato ad una partnership con il gruppo italo-americano, notizia smentita direttamente da John Elkann, ora i riflettori si sono spostati sullo sviluppo di una nuova piattaforma realizzata in collaborazione tra Fca e Psa. L'indiscrezione, portata alle cronache dall'agenzia americana Bloomberg, per ora non trova conferme o bocciature da parte dei due gruppi e si unisce al lungo elenco di possibili scenari sul futuro di Fca.

Investimenti condivisi
In attesa di scoprire quanto ci sia di vero sulla possibile alleanza tra i gruppi guidati da Carlos Tavares e Mike Manley, è di “pubblico dominio” la necessità di investimenti condivisi da parte dei costruttori in materia di nuove piattaforme specifiche per la mobilità elettrica e per lo sviluppo di tecnologie dedicate alla connettività e alla guida autonoma. Come vi abbiamo raccontato un possibile accordo tra Fca e Psa aprirebbe nuovi scenari a livello mondiale ma le condizioni economiche proposte dai francesi sembrano non soddisfare le richieste italo-americane. Sicuramente Psa troverebbe molti vantaggi in un'alleanza con un partner “forte” per lo sviluppo di nuove piattaforme modulari, mentre Fca potrebbe ritrovarsi con una base di partenza per nuovi modelli elettrici.

Fca, diversi scenari futuri
In attesa di scoprire quanto ci sia di vero sulla possibile piattaforma condivisa, il futuro di Fca continua ad essere al centro delle attenzioni mediatiche. Come sottolineato più volte dallo scomparso, per la sopravvivenza dei grandi gruppi sarà necessaria una produzione di 8/10 milioni di veicoli anno, cifra ad oggi raggiunta dal gruppo Volkswagen, da Toyota e dall'Alleanza Renault/Nissan/Mitsubishi. Fca è ferma a 4.840.664 veicoli, davanti a Psa che ha chiuso il 2018 con 4.125.683 esemplari. Il gruppo Hyundai invece ha chiuso in quinta posizione, con 7.507.945 veicoli e continua ad essere uno dei possibili partner di Fca grazie al portafoglio di tecnologie e piattaforme che spaziano dalle auto ibride plug-in ai modelli a celle combustibile.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...