mephisto waltz

FIG LEAF


2' di lettura

Socrate (469-399 a.C.) in una Atene allo stremo per le guerre persiane e contro Sparta, era uso fermare chi correva alle mura per le difese, chiedendo: «Sai tu cosa è il bello?». Saggezza e pazienza dei politici della polis l’averlo sopportato fino ai 70 anni per poi, con l’accusa di corrompere politicamente i giovani, offrirgli un bicchiere di Conium maculatum (L.1753), la ben nota cicuta: pare mescolata a oppio, Datura stramonium (Tromba degli angeli) -brrr, orrore, fa il diabolo - e vino.

Non così avviene oggi nel marasma di interventi disguidanti ad opera di politici e non solo, nel momento in cui ci vorrebbe complicità, al di sopra di ogni appartenenza. Invece ci toccano risse quotidiane da ringhiera tra autorità cittadine, regionali e addirittura tra membri della maggioranza governativa. A mo’ di foglia di fico si reinventano gli stessi “Tavoli”, promossi nel passato da Camere di Commercio o Associazioni industriali ogniqualvolta si affacciava un problema che non si sapeva da che parte prendere. Mai pervenuti ad alcunché. Oggi li chiamano militarmente Task force.

Come il pugno di personaggi di buona volontà, capeggiati dall’ottimo Vittorio Colao lontano dall’Italia da una vita, un Draghi della grande industria ma senza alcun potere reale. Nessuno capisce perché abbia chiesto un salvacondotto, immunità civile e penale per sé e l’orchestra. Coleranno così come i vari maghi nominati per la spending review mai di fatto realizzata o le molteplici Commissioni parlamentari perditempo. Mephisto non dimentica l’ultima, sulla Vigilanza di Bankitalia finita nelle nebbie. E, per carità di patria non parliamo dell’Ospedale alla Fiera a Milano, montato in poche ore ma senza personale. Parce Bertolaso. Esemplare la tragedia delle case per anziani, ancora d’attualità quel Trivulzio ove repetita non iuvant.

La magistratura se ne sta rioccupando: un antipasto rispetto al gran lavoro che dovrà affrontare per snidare vampiri e sciacalli, oggi attivissimi e festanti come all’Aquila mentre si moriva per il terremoto. Tralasciando si spera, i furbetti che oggi, come nella Chicago degli anni Venti - «Some Like It Hot», 1959 Billy Wilder docet - invece del whisky contrabbandano cappuccini e maritozzi per i reclusi domestici. Berlino ha distribuito all’istante 5mila euro a testa in aggiunta ai 10mila dai fondi federali, rimandando al dopo le verifiche. Un solve et repete al contrario, similmente all’Olanda. Mentre la Svezia (terza dei “cattivi”) non ne ha bisogno, non avendo proclamato il lockdown. In Italia, gran tripudio di annunci di miliardate disponibili. Ma non ancora visti “marinai sul ponte”.

La Pasqua di resurrezione è scivolata via, e nemmeno ci sarà il 25 aprile di liberazione. Nulle o quasi le speranze per il Mese Mariano, nonostante le reiterate preci salviniane.

Quamquam Salvinius praevaricatur, dominus meus.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...