ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùFinanza per l’impresa

Filiera della barra d’ottone, Intesa Sanpaolo guida il riassetto azionario di Gnutti Cirillo

Giuliano Gnutti assume il controllo rilevando il 50% dal fratello Giordano - Nuovo piano industriale con focus sulla crescita sui mercati internazionali

di Matteo Meneghello

(Sergey Nivens - Fotolia)

2' di lettura

Riordino azionario in una della principali realtà della lavorazione della barra di ottone in provincia di Brescia. Il controllo del 100% del capitale di Gnutti Cirillo - gruppo con sede a Lumezzane fondato negli anni Cinquanta - passa nelle mani di Giuliano Gnutti, imprenditore che già deteneva il 50% delle quote e che rileva le rimanenti azioni dal fratello Giordano. Intesa Sanpaolo ha guidato un pool di banche composto anche da Banco Bpm, Bper, Mps Capital Services, Cassa Centrale Banca e Bcc di Brescia per finanziare l’operazione. Anima Alternative, inoltre, «ha supportato l’acquisizione, mediante la strutturazione e l'erogazione di un finanziamento subordinato a lungo termine». A valle di questa operazione, è intenzione dei vertici rafforzare la presenza internazionale del gruppo, che già può contare su uno stabilimento produttivo nel Michigan, in Usa.

Il gruppo Gnutti Cirillo, fondato nel 1951 dalla famiglia Gnutti è oggi tra i primi in Italia nello stampaggio a caldo e nella lavorazione meccanica dell’ottone e di altri metalli non ferrosi, con applicazioni nel mondo dell’industria e dell’idrotermosanitario; vanta un fatturato annuo consolidato di circa 200 milioni e un ebitda consolidato di circa 30 milioni. Nel 2020, spiega una nota, «il gruppo ha realizzato più del 60% del suo fatturato all’estero e, insieme ai suoi 660 dipendenti, ha dimostrato capacità di adattarsi al contesto derivante dalla diffusione del Covid-19, proseguendo il proprio percorso di crescita».

Loading...

«Avere preso parte a questa operazione, fondamentale per il territorio di riferimento, dimostra l'impegno e il supporto che Intesa Sanpaolo, attraverso le competenze della Divisione Imi Corporate e Investment Banking, ha riconosciuto e intende riconoscere a tutte le tipologie di aziende clienti: dai grandi gruppi industriali, alle istituzioni finanziare, alle medie imprese», ha commentato Mauro Micillo, capo della divisione Imi Corporate e Investment Banking di Intesa Sanpaolo, che «ha sostenuto con determinazione Giuliano Gnutti per la visione sul futuro che l’imprenditore ha esplicitato nel proprio piano industriale».

Per lo stesso Giuliano Gnutti, presidente e amministratore delegato di Gnutti Cirillo spa, «l’operazione consolida la governance societaria e la coerenza delle linee di sviluppo industriale del Gruppo, ponendo le premesse per l’ulteriore rafforzamento della nostra presenza sui mercati internazionali».

Il gruppo Gnutti rappresenta »un’eccellenza italiana nel suo settore e siamo molto lieti di affiancare Giuliano Gnutti in questa nuova fase di sviluppo del gruppo - ha affermato Philippe Minard, amministratore delegato di Anima Alternative -. Il nostro finanziamento a supporto del gruppo esemplifica chiaramente la vocazione di Anima Alternative a sostenere, con strumenti flessibili, imprenditori o investitori nella loro attività».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti