ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùPresidenziali

Filippine, il ritorno dei Marcos: Ferdinand «Bongbong» Jr trionfa alle elezioni

Un trionfo che riporta la dinastia dei Marcos al potere 36 anni dopo che la rivolta popolare costrinse il padre a fuggire dal Paese per morire in esilio alle Isole Hawaii e lasciare il posto a Corazon Aquino

Articolo aggiornato il 10 maggio alle 11.05

Ferdinand Marcos Jr (Afp)

2' di lettura

Ferdinand «Bongbong» Marcos Junior, figlio del defunto dittatore Ferdinand Marcos, si avvia verso una vittoria schiacciante alle presidenziali delle Filippine. Marcos Jr ha ottenuto più del doppio dei voti del suo principale rivale, Leni Robredo, avvocata e attivista per i diritti umani. Lo hanno riferito i media locali, citando i dati forniti dalla Commissione elettorale.

Con il 96% delle schede scrutinate Marcos, 64 anni, ha raccolto oltre 30 milioni di voti, contro i 14,5 milioni del suo concorrente. Il risultato ufficiale è atteso nei prossimi giorni ma l’esito appare scontato.

Loading...

Un trionfo che riporta la dinastia dei Marcos al potere 36 anni dopo che la rivolta popolare costrinse il padre a fuggire dal Paese per morire in esilio alle Isole Hawaii nel 1989 e lasciare il posto a Corazon Aquino, moglie di Benigno, il maggiore avversario di Marcos che venne assassinato all’aeroporto di Manila nel 1983. Il regime di Marcos durò un Ventennio e fu contrassegnato dalla dura repressione dell’opposizione. Nel 1972 proclamò la legge marziale, sciolse il Parlamento e abolì i partiti attribuendosi pieni poteri.

Marcos è accusato di aver accumulato una fortuna stimata tra i 5 e i 10 miliardi di dollari mentre era al potere. Un tribunale delle Hawaii lo ha poi ritenuto responsabile di violazioni dei diritti umani e ha assegnato 2 miliardi di dollari dal suo patrimonio per compensare più di 9.000 filippini che hanno intentato una causa contro di lui per torture, incarcerazione, uccisioni extragiudiziali e sparizioni.

Marcos Jr è stato governatore, deputatore e senatore, sua sorella Imee è a sua volta senatrice e la vedova di Marco Senior, Imelda, è stata deputata per 4 mandati dopo il suo ritorno nel Paese.

Imelda Marcos vota a presidenziali filippine, il figlio favorito

La presidenza di Marco Jr secondo le previsioni sarà caratterizzata da una linea di continuità con quella di Rodrigo Duterte, il capo dello Stato uscente, l’uomo forte delle Filippine famoso per il pugno di ferro contro la criminalità e la corruzione durante i suoi 6 anni di governo. Sara Duterte-Carpio, la figlia di Rodrigo, è infatti la candidata alla vice presidenza di Marcos, formando un’alleanza Marcos-Duterte che promette unità nazionale e linea durissima sul fronte interno.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti