House Ad
House Ad
 

Finanza e Mercati In primo piano

I primi due giorni di Enel green power in Borsa

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 06 novembre 2010 alle ore 19:40.

Ecco il racconto dei primi giorni di collocamento di Enel green power (Egp). Giovedì il titolo ha esordito sui listini di Milano e Madrid. A Piazza Affari hanno festeggiato la nuova matricola, insieme ai dirigenti di Borsa italiana, Fulvio Conti, amministratore delegato e direttore generale di Enel e Francesco Starace amministratore delegato e direttore generale di Egp. Mentre alla Borsa della capitale spagnola hanno "tenuto a battesimo" la società delle rinnovabili di Enel il presidente di Endesa Borja Prado e il presidente di Enel green power e cfo di Enel Luigi Ferraris.

Fulvio Conti, interpellato dai giornalisti a margine della cerimonia (stiamo proponendo il racconto del Velino), si è detto convinto che «nel corso dei prossimi mesi il titolo Egp spiccherà per le sue performance». Secondo l'amministratore delegato del gruppo Enel «chi vuol comprare il titolo deve saper valutare attentamente le prospettive di crescita». Il settore delle energie rinnovabili sta vivendo in questo momento un andamento negativo, dettato prevalentemente da incertezze regolatorie, ma la diversificazione geografica e tecnologica
degli asset di Egp rendono la società molto più indipendente rispetto ai suoi competitors dalle politiche di incentivo pubblico ad alcune fonti rinnovabili.

A chi gli chiedeva quali sono stati i motivi relativi al riposizionamento della forchetta di prezzo nell' ambito dell'offerta per l' ipo, Fulvio Conti ha replicato che collocando il 30% della società «ci sembrava giusto offrire uno sconto significativo». Conti si è detto «molto soddisfatto» per il risultato dell' ipo, la più grande realizzata in italia da 10 anni, e dell'ingresso di «fondi di lungo periodo e investitori importanti che rendono stabile
l' azionariato».

Ringraziando, in particolare, gli oltre 330mila risparmiatori che in Italia e Spagna hanno dato fiducia a Egp, Conti ha ricordato che «se un investitore privato mantiene per 12 mesi le azioni, ne avrà una gratis ogni 20 in suo possesso». Questo, in aggiunta al dividendo, stimato attorno al 2%, dovrebbe portare il rendimento in un anno, al 7%. Conti ha poi specificato che il gruppo è intenzionato a esercitare la green shoe che porterà l' incasso complessivo dal collocamento sul mercato del 32,5% di Egp «qualche milione sopra i 2,6 miliardi». Enel, come Egp, ha detto Conti, «continuerà a essere un porto sicuro per gli investitori con un rating d'eccellenza». Conti ha quindi confermato gli obiettivi di riduzione dell'indebitamento del gruppo a 45 miliardi entro fine anno e a 39 miliardi a fine 2014, al netto dell'effetto cambio: «Confermo che siamo indirizzati verso questi obiettivi grazie ai flussi di cassa e alla gestione dei capitali correnti: un obiettivo importante è l' ulteriore riduzione fino a 39 miliardi al 2014, con il rating migliorato».

L’articolo continua sotto

Tags Correlati: Borsa di Milano | Borsa Valori | Endesa Borja Prado | Enel | Francesco Starace | Fulvio Conti | Italia | Madrid | Mercato azionario | Raffaele Jerusalmi

 

Interpellato sullo stato di avanzamento della gara per la cessione della centrale bulgara di Maritza east iii, Conti ha detto: «penso sia possibile completarla entro la fine dell'anno: sono rimasti in due in gara. La data del 31 dicembre è importante ma non così
vincolante». A chi gli chiedeva se il gruppo procederà con ulteriori dismissioni, ha risposto: «abbiamo già messo in campo tutto quello che riteniamo non strategico». «Quella di
Egc, con 2,6 miliardi di euro raccolti è la più grande ipo europea dal 2008».

Con queste parole Raffaele Jerusalmi, ad di Borsa italiana, ha commentato il debutto
della controllata Enel attiva nelle rinnovabili. Al prezzo di assegnazione delle azioni, 1,6 euro, corrisponde una capitalizzazione pari a 8 miliardi, che portano la società fra le prime 15 per capitalizzazione in Italia. «Questa operazione - ha chiosato - conferma che Borsa italiana è in grado di assicurare il successo di una quotazione anche in presenza di grandi dimensioni», sottolineando in particolar modo «l' elevato grado di partecipazione del retail, che rimane una componente fondamentale del nostro mercato». Per me è una giornata emozionante: è come veder nascere un figlio», ha commentato l'ad di Egp Francesco Starace. «La società - ha sottolineato - punta negli anni futuri allo sviluppo e alla crescita». Da Madrid Luigi Ferraris ha confermato che Egp è pronta a investire un miliardo di euro in Spagna nei prossimi quattro anni.

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da