Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 07 marzo 2011 alle ore 08:43.

My24
Maxi alleanza Bulgari-Lvmh, la maggioranza del gruppo italiano passa ai francesiMaxi alleanza Bulgari-Lvmh, la maggioranza del gruppo italiano passa ai francesi

Un simbolo del lusso italiano cambia bandiera: il marchio Bulgari passa infatti nelle mani del colosso francese della moda Lvmh. Un comunicato della società transalpina riferisce infatti che Lvmh ha acquisito la partecipazione della famiglia Bulgari pari al 50,45 per cento. L'accordo prevede uno scambio azionario in base alla quale la famiglia romana entrerà nel capitale di Lvmh. Inoltre, quest'ultima sarà tenuta a lanciare un'Opa obbligatoria sulle restanti azioni di Bulgari cui farà seguito la revoca della quotazione di Bulgari.

Dalla conference call, in corso a Roma per presentare l'aggregazione, è emerso che una volta concluso lo swap azionario, la famiglia Bulgari (i fratelli Paolo e Nicola Bulgari e Francesco Trapani), sarà azionista del gruppo Lvmh con una quota del 3,5% circa.

A tal proposito Trapani, ad di Bulgari, ha spiegato: «Non era nostra intenzione vendere la società, era nostra intenzione passare dal controllo di un business medio-piccolo alla partecipazione e gestione di un business più grande. Volevamo restare degli imprenditori del lusso e creare valore per l'azienda - ha aggiunto Trapani sottolineando le opportunità di sviluppo che l'integrazione offre sotto il versante della commercializzazione del prodotti, dei costi e del rafforzamento dei marchi - e da questo punto di vista Lvmh è il partner ideale».

ANALISI / Un simbolo del lusso italiano cambia bandiera (di Paola Bottelli)

Bulgari, la Dolce Vita a Parigi (di Elysa Fazzino)

Accordo votato all'unanimità
L'alleanza, si legge in un comunicato della maison italiana creata da Sotirio Bulgari nel 1884, ha l'obiettivo «di rinforzare, nel rispetto della sua storia, dei suoi valori, della sua artigianalità e della sua identità, lo sviluppo a lungo termine del Gruppo Bulgari. L'accordo, concluso questo fine settimana, è stato approvato all'unanimità da parte del consiglio di amministrazione del Gruppo Lvmh domenica sera. Anche il consiglio di amministrazione di Bulgari ha approvato all`unanimità il progetto di conferimento a Lvmh della partecipazione di controllo della famiglia nel capitale sociale di Bulgari».

Lo scambio azionario
Al termine del processo di conferimento delle azioni, Lvmh emetterà 16,5 milioni di azioni in concambio dei 152,5 milioni di azioni Bulgari attualmente detenute dalla Famiglia Bulgari, che diventerà così il secondo maggior azionista familiare del Gruppo Lvmh.

Opa sul gruppo italiano
In osservanza degli obblighi di legge previsti dalla Borsa italiana, prosegue la nota, Lvmh promuoverà un'Offerta Pubblica di Acquisto al prezzo di 12,25 euro per azione sulle azioni detenute dagli azionisti di minoranza. Un premio consistente se si pensa che alla chiusura degli scambi di venerdì 4 marzo l'azienda italiana quotava 7,58 euro.

Delisting a chiusura dell'operazione
Il conferimento delle azioni Bulgari - spiega una nota del gruppo francese, a integrazione di quella congiunta in cui si annunciava l'accordo - avverrà dopo il pagamento del dividendo 2010 da parte dei due gruppi, e l'operazione dovrebbe concludersi tra fine maggio e giugno. Con il concambio poi la famiglia Bulgari diventerà azionista del gruppo francese con il 3% mentre Lvmh avrà il controllo del 50,43% del capitale con l'obbligo di Opa e l'obiettivo di togliere Bulgari dal listino.

Un premio del 59,9% per le azioni Bulgari
L'aumento di capitale riservato a Bulgari attraverso il quale avverrà il passaggio di controllo prevede un concambio di 0,108407 nuove azioni Lvmh per ogni azione Bulgari valutando le azioni italiane 12,25 euro con un premio di controllo, sottolinea la nota, del 59,9% sul prezzo medio ponderato nell'ultimo mese. Oggi infatti i titoli si stanno velocemente portando verso quei livelli con un rialzo in avvio di seduta del 60% circa. Per Lvmh è stato preso come riferimento per il concambio il prezzo di chiusura in Borsa del 3 marzo arrotondato a 113 euro.

Gli incarichi
Paolo e Nicola Bulgari resteranno, rispettivamente, presidente e vice presidente del consiglio di amministrazione di Bulgari. La Famiglia Bulgari, inoltre, potrà nominare due membri nel consiglio di amministrazione di Lvmh e Francesco Trapani, amministratore delegato di Bulgari, entrerà nel comitato esecutivo di Lvmh, assumendo, nel secondo semestre 2011, anche la direzione di tutte le attività «Orologeria - Gioielleria» di Lvmh. Philippe Pascal, attuale responsabile di tali attività, resterà nel comitato esecutivo di Lvmh e gli saranno affidate nuove responsabilità in seno al Gruppo.

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi