Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 31 luglio 2011 alle ore 17:20.

My24

La crisi del debito americano «è fonte di preoccupazione, perché è stata affrontata da molti punti di vista, ma è ancora lì», ha sottolineato il direttore generale del Fondo Monetario Internazionale Christine Lagarde, dicendosi però «molto fiduciosa», che il confronto andrà in porto in tempo, ovvero entro il 2 agosto, scadenza ultima per innalzare il tetto del debito ed evitare il default del Paese.

«Gli Stati Uniti sono l'economia maggiore del mondo, il rischio che le conseguenze di un default si facciano sentire altrove esiste. Per questo la questione deve essere affrontata in modo responsabile, creare instabilità non è mai una buona idea; la fiducia nei titoli di Stato americani si sta erodendo e la fiducia degli investitori è cruciale per l'economia di un Paese», ha aggiunto.

Secondo la Lagarde il ruolo del dollaro come valuta di riserva non è però a rischio nel breve termine: «Cambiamenti di questo genere non avvengono dall'oggi al domani e il Fmi si impegna a fare in modo che avvenga nell'arco di molto tempo, proprio per garantire stabilità».

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi