Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 01 dicembre 2011 alle ore 11:53.

My24

Spagna e Francia hanno superato il test della fiducia e hanno piazzato oggi sul mercato titoli di Stato per oltre 8 miliardi di euro. La domanda è stata buona, qualche tensioni sui rendimenti che si sono comunque mantenuto sotto i massimi della scorsa settimana.

La Spagna ha centrato l'obiettivo di assegnare tutti i 3,75 miliardi programmati nell'asta odierna i titoli di Stato nelle varie scadenze aprile 2015 (1,2 miliardi ), gennaio, 2016 (1,15 miliardi) , gennaio 2017 (1,4 miliardi) anche se ha dovuto offrire rendimenti più alti che oscillano dal 5,19% al 5,54%. La domanda ha superato di oltre due volte l'importo offerto.

Per la tranche a cinque anni (2017), il rendimento medio è salito al 5,544% dal 4,782% dell'asta del 20 ottobre. Sui bond scadenza 2015 il tasso è salito al 5,187% dal 3,639% del collocamento del 6 ottobre, mentre per i titoli 2016 il rendimento è stato del 5,276% dal 4,045% dello scorso 3 febbraio. Tutti i rendimenti sono risultati leggermente inferiori a quelli trattati sul mercato secondario prima dell'asta.

La Francia ha collocato titoli per 4,3 miliardi di euro, inclusa una tranche di decennali per 1,57 miliardi per la quale ha strappato un tasso leggermente più basso del previsto. Il rendimento medio è infatti sceso al 3,18% dal 3,22% del collocamento del 3 novembre.

La Banca di Francia ha assegnato anche titoli con scadenza 2017 (tasso 2,42%), 2026 (tasso 3,65%) e 2041 (tasso 3,94%) per un totale di poco inferiore al massimo importo prefissato di 4,5 miliardi.

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi