Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 09 novembre 2012 alle ore 07:03.

My24

Nonostante il calo degli interessi registrato nel corso dell'anno il debito pubblico è continuato a crescere, scontando comunque un livello di interessi ancora più alti rispetto a quanto pagato sui titoli di Stato nei livelli pre-crisi. Ad agosto 2012, secondo gli ultimi dati della Banca d'Italia il debito pubblico si è avvicinato ai 2mila miliardi di euro, esattamente a quota 1.975.631 miliardi, registrando un aumento di oltre il 3% rispetto a novembre 2011. Il rapporto debito/pil passa dal 120% al 126% (stimato). Questo è dovuto anche al contestuale calo del Prodotto interno lordo che peggiora e si avvia a chiudere il 2012 con un calo su base annua del 2,8%. Peggiora anche il deficit/Pil (dal -2,5% al -2,8%) ma resta ampiamente sotto la soglia dei trattati di Maastricht (-3%) che in questa fase recessiva dell'Eurozona neanche Francia e Germania (le due economie dell'Eurozona che precedono l'Italia nella classifica del Pil) sono in grado di reggere con percentuali di sforamento superiori al 4%.

Spread e titoli di Stato
Rendimenti titoli di Stato
Inflazione
Produzione industriale
Prestiti imprese e famiglie
Mutui casa a picco
Piazza Affari
Retribuzioni
Disoccupazione

Torna all'articolo principale

Dodici mesi di Monti: il fisco
Il Governo e l'agricoltura

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi