Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 26 settembre 2013 alle ore 13:59.

My24
Elkann: «Con Ipo Chrysler la prospettiva del gruppo Fiat cambia, ci saranno due società»

«Oggi c'è un percorso che è stato definito. Veba ha il diritto di portarlo avanti e dunque Chrysler come tale si sta impegnando a portare avanti l'Ipo». Lo ha dichiarato oggi il presidente della Fiat, John Elkann, a margine di un convegno organizzato da Valore D. A proposito delle conseguenze rispetto all'auspicata fusione tra Fiat e Chrysler, in subordine alla possibilità di acquistare la quota Veba, Elkann ha aggiunto: «Se l'Ipo ci sarà ci sono due società e quello sicuramente cambia rispetto ad avere una sola società. Non c'è dubbio che se c'è una società è diverso che se ce ne sono due».

Su Rcs
Il presidente della Fiat, John Elkann, non vede «nessun vantaggio nell'avere un patto o no» in Rcs, quello che serve all'azienda è «stabilità». Quello che conta per Rcs è un assetto proprietario che le consenta la stabilità per portare avanti il proprio piano. «Dopodiché, se ci sarà un patto, un patto di consultazione, o nessun patto non mi preoccupa e non è quello a cui noi ci dedichiamo». È quanto ha dichiarato da Elkann, presidente di Fiat, che è il primo azionista di Rcs con oltre il 20%. «Quello che noi vogliamo poter vedere è una società che abbia sufficiente stabilità per portare avanti i progetti che ha». Elkann ha poi confermato che Fiat considera strategica la propria partecipazione nella holding editoriale anche per il futuro. «Lo abbiamo sempre dichiarato: lo è e l'abbiamo raddoppiata. Il nostro intento è proprio quello di poter garantire quella stabilità di cui la società ha bisogno».

Sul Governo
La stabilità del governo è fondamentale. È questo in sintesi quanto sostiene il presidente della Fiat John Elkann, che a margine di un convegno a Milano promosso da Valore D ha ricordato di aver «sempre auspicato che ci sia stabilità. Oggi - ha osservato - abbiamo un governo e l'augurio è che possa continuare con gli impegni che ha davanti. Il valore della stabilità per noi cittadini e per le imprese - ha concluso - è fondamentale».

Su Alitalia
«Preferisco essere cliente di un'Alitalia che va bene e mi porta in tanti luoghi anche se appartiene a un gruppo molto più grande, piuttosto che essere un cliente insoddisfatto di un'Alitalia italiana» ha detto Elkann alla luce delle recenti acquisizioni di aziende italiane da parte di operatori stranieri. «Non mi preoccupa tanto e non ne faccio una questione di principio dove sia la sede sociale, quale è la connotazione, per me quello che conta è l'effettivo contributo che l'azienda dà al proprio Paese», ha aggiunto.

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi