Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 21 agosto 2014 alle ore 15:42.
L'ultima modifica è del 22 agosto 2014 alle ore 08:38.

My24

Dopo le indiscrezioni circolate ieri, è arrivata la conferma. Bank of America ha raggiunto un accordo con il dipartimento di Giustizia, alcune agenzie federali e sei stati americani per archiviare le accuse relative a prodotti finanziari tossici legati ai mutui venduti nel periodo precedente allo scoppio della crisi. Come si legge in una nota, la banca pagherà una multa da complessivi 16,65 miliardi di dollari: 9,65 miliardi in contante (5,02 miliardi per multe civili e 4,63 miliardi di versamenti compensatori) e circa 7 miliardi di rimborsi ai clienti.

Si tratta della multa più salata della storia Usa, più alta della multa da 13 miliardi di dollari pagata da JPMorgan.

L'accordo, si legge ancora nella nota, riguarda cartolarizzazioni, emissione e vendita di titoli garantiti da mutui residenziali e Cdo (collateralized debt obligation, complessi «pacchetti» di strumenti derivati che usano i prestiti come collaterale).

La multa - che risolve un caso nato in gran parte dall'acquisizione da parte della banca di Merrill Lynch e Countrywide Financial - peserà sugli utili pre-tasse del terzo trimestre per 5,3 miliardi di dollari. In altre parole, ridurrà gli utili per azione di 43 centesimi.

Brian Moynihan, presidente e ceo di Bank of America, aveva già detto a investitori e analisti che questo sarebbe stato l'ultimo grande problema emerso dalla crisi finanziaria a frenare la banca. Il gruppo ha speso oltre 60 miliardi di dollari per risolvere i propri problemi legali.

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi