Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 01 settembre 2014 alle ore 16:52.
L'ultima modifica è del 01 settembre 2014 alle ore 19:35.

My24
Enrico Cavatorta in un'immagine tratta dal sito Luxottica (Ansa)Enrico Cavatorta in un'immagine tratta dal sito Luxottica (Ansa)

"Abbiamo fatto 10 anni con Guerra, ne faremo altri 10 col triumvirato". Il patron di Luxottica Leonardo Del Vecchio presenta così la nuova struttura organizzativa del gruppo e aggiunge: per il futuro "speriamo in una crescita di almeno il 7% l'anno" e da adesso Luxottica "invece di avere un capo azienda ne avrà tre. Due ci sono già e uno è in arrivo dall'esterno".

Non più un solo manager. Il modello organizzativo di Luxottica cambia faccia e si affida a un tridente: due ceo e un manager per le operations. La nuova struttura varata oggi dal consiglio di amministrazione, in cui è stata ufficializzata l'uscita dell'amministratore delegato Andrea Guerra, prevede la co-presenza di due ceo: il primo focalizzato sui mercati e il secondo dedicato alle funzioni corporate. Enrico Cavatorta, attuale direttore generale del gruppo, è stato nominato amministratore delegato delle funzioni corporate e, pro tempore, dei mercati, in attesa della nomina del secondo amministratore delegato, che è in via di definizione. A queste due figure se ne affianca una terza. Si tratta del responsabile operations, Massimo Vian, che riporterà temporaneamente al presidente Leonardo Del Vecchio.

"Per favorire un'efficace gestione del gruppo in questa nuova fase, verrà costituito un comitato direttivo guidato dal presidente Leonardo Del Vecchio" si legge nella nota del gruppo, che precisa anche come "la nomina di Enrico Cavatorta assicura la valorizzazione delle eccellenze manageriali interne garantendo la necessaria continuità strategica. Al contempo, la prossima nomina di un amministratore delegato di provenienza esterna consentirà l'inserimento di nuove energie e competenze in una fase di importante evoluzione".

Viene così ufficializzata l'uscita dell'amministratore delegato, Andrea Guerra "a conclusione di una fase di confronto sulle future strategie e sull'assetto organizzativo del gruppo con il presidente Leonardo Del Vecchio", si legge nella nota, in cui viene sottolineato il "ciclo di consolidamento organizzativo e di crescita manageriale durato dieci anni, durante i quali con grande energia, passione e professionalità, ha contribuito a rafforzare la presenza e il business del gruppo sui mercati, raggiungendo eccellenti risultati".

La decisione di un cambio di governance segna l'inizio di un nuovo ciclo. "Questo nuovo modello organizzativo e gestionale è funzionale a sostenere una nuova fase di sviluppo che, coerentemente con la visione strategica perseguita sino ad oggi, permetterà di cogliere, in uno scenario competitivo globale di crescente complessità, le nuove opportunità offerte dai mercati e dai cambiamenti nelle dinamiche competitive. In questo modo sarà possibile beneficiare appieno dei fattori strutturali di crescita dell'eyewear e presidiare nel lungo periodo, con energie e competenze nuove, sia i canali tradizionali (wholesale e retail) che quelli più innovativi", spiega Luxottica nel comunicato. Il gruppo garantisce la continuità in fatto di strategie e conferma le proprie priorità, indispensabili per garantire una crescita sostenibile nel lungo periodo, accrescendo il focus sul ritorno degli investimenti e su una sempre maggiore efficienza. E in quest'ottica viene riconfermato il ruolo chiave del presidente "da sempre ispiratore della visione strategica del gruppo, agevolerà questo passaggio organizzativo, nel suo ruolo di guida del board e di supporto ai nuovi vertici".

Il mercato, abituato negli ultimi dieci anni ad avere un'unica figura di riferimento, si troverà quindi una struttura differente con cui confrontarsi. Inoltre, come scritto, tornerà ad avere un ruolo di primo piano, non solo di immagine del gruppo ma anche di coordinamento della gestione operativa, il presidente Del Vecchio. "Ringrazio Andrea Guerra per il contributo che negli anni ha dato alla crescita di Luxottica" – ha dichiarato Del Vecchio – "A conclusione di questo decennale percorso l'azienda oggi è pronta ad affrontare una nuova fase della sua storia grazie ad un team manageriale di grande esperienza e valore. La fase che si apre oggi vedrà il Gruppo sempre fortemente focalizzato su crescita e redditività, pronto a cogliere le opportunità e ad affrontare le sfide del mercato".

Ad Andrea Guerra andranno come buonuscita poco più di 10 milioni di euro, pari a circa due anni di retribuzione e bonus. L'intesa raggiunta prevede anche un accordo di non concorrenza di 24 mesi per il manager, ma soltanto relativamente al settore industriale di Luxottica. Guerra esce dall'azienda anche esercitando le ultime stock option che già deteneva, per un incasso lordo di 33,7 milioni e uno netto, calcolato da fonti di mercato. Si tratta di una tranche diversa rispetto a quella esercitata nel maggio 2013 e 2014 - per un guadagno totale calcolato in circa 70 milioni - che, con la buonuscita, appunto, e le altre voci "minori", porta a circa 45 milioni di euro l'incasso lordo del top manager in questo addio.

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi