Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 21 novembre 2014 alle ore 07:47.

My24

Prestiamoci, l'unica startup italiana autorizzata come finanziaria da Banca d'Italia per la gestione di una piattaforma di prestiti fra privati su internet, si fonderà con la norvegese TrustBuddy International, l'unica società di Peer-to-Peer Lending al mondo a essere quotata in Borsa.

L’operazione, annunciata dall’incubatore certificato di startup innovative quotato sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana, sarà conclusa dopo la due diligence ed entro due settimane dal via libera delle autorità di vigilanza. Il valore della cessione, che prevede l'acquisto del 100% delle azioni di Agata S.p.A. (società che detiene e gestisce il marchio Prestiamoci e di cui Digital Magics detiene il 22,4%), ammonta complessivamente a 5,3 milioni di euro: 1,5 milioni saranno corrisposti per cassa e 3,8 milioni in azioni di TrustBuddy, a una valutazione di mercato che verrà fissata in prossimità del closing. In aggiunta i soci di Prestiamoci riceveranno 10 milioni di opzioni di acquisto delle azioni di TrustBuddy, con rapporto di concambio 1 opzione 1 azione entro il 2018 e uno strike price pari al 160% del prezzo medio del titolo in prossimità del closing.

TrustBuddy, fondata nel 2009 in Norvegia, è leader mondiale nel suo segmento e attiva sul mercato di 9 Paesi europei. Con oltre 300.000 utenti e sette sedi in Svezia, Finlandia, Norvegia, Danimarca, Spagna, Estonia e Polonia, TrustBuddy è la più grande piattaforma di intermediazione nella concessione di prestiti a breve termine e dal 2011 è l'unica società di social lending al mondo a essere quotata in Borsa, sul NASDAQ OMX First North, sistema multilaterale di negoziazione della Borsa di Stoccolma.
Digital Magics e gli altri investitori di Prestiamoci, fra cui molti appartenenti al Digital Magics Angel Network diventeranno con questa operazione importanti azionisti di TrustBuddy.

Digital Magics detiene attualmente circa il 22,4% di Agata S.p.A., considerando anche la diluizione dovuta alle stock option riservate al top management, con un valore di carico di circa 300 mila Euro. Alla finalizzazione dell'operazione la plusvalenza dalla cessione sarà di circa il 300%, dopo poco più di un anno dal primo investimento.
La storia di Prestiamoci è un esempio significativo del valore aggiunto da Digital Magics: «Partendo da un modello di business disruptive e innovativo che nel resto del mondo registra tassi di crescita a due cifre - afferma una nota - Prestiamoci ha ottenuto, in una fase di rilancio, supporto manageriale e strategico dal venture incubator Digital Magics». In meno di un anno l'incubatore e il management di Prestiamoci (Daniele Loro, Michele Novelli, Stefano Miari e Federico Provinciali) sono riusciti a rilanciare e riorganizzare la società, fino a firmare l'accordo con TrustBuddy.

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi