Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 20 agosto 2015 alle ore 08:57.
L'ultima modifica è del 20 agosto 2015 alle ore 09:14.

My24

LONDRA

Andy Murray scende in campo per una nuova sfida: il numero due del tennis mondiale ha annunciato ieri di avere investito una parte dei numerosi milioni guadagnati nei tornei in tre start-up britanniche tramite la piattaforma di crowdfunding Seedrs. Murray, la prima celebrità a schierarsi pubblicamente a favore del crowdfunding, è convinto che sia «un modo veramente innovativo di sostenere imprese e imprenditori britannici che hanno talento e idee brillanti». Seedrs, la maggiore piattaforma di crowdfunding in Europa, permette a gruppi di investitori di finanziare start-up in cambio di una quota di partecipazione. Ogni mese raccoglie circa 4 milioni di sterline per imprese in settori diversi.

«Sono felice di investire in questi business e in questi imprenditori su Seedrs» ha detto il campione. «Per me è importante sostenere persone che ritengo abbiano la stessa dedizione e voglia di fare che ho io, oltre agli stessi standard professionali, e che puntano sempre a essere i migliori».

Murray, che pochi giorni fa ha battuto il suo grande rivale, il numero uno Novak Djokovic, per la prima volta dal 2013 , ha detto che il suo interesse per gli investimenti lo aiuta a migliorare le sue prestazioni tennistiche. «Posso imparare qualcosa da come queste società riescono a tenersi sempre un passo avanti ai concorrenti e poi portare la loro visione in campo con me», ha spiegato.

LONDRA

Le start-up scelte da Murray sono Tossed, una catena di ristoranti “salutari” che servono insalate e verdure fresche; Trillenium, che costruisce negozi virtuali in tre dimensioni; e Fuel Ventures, un fondo d’investimento specializzato in ecommerce.

«I tre business che ho scelto per avviare il mio portafoglio di investimenti in crowdfunding sono in settori che trovo interessanti» ha spiegato il tennista». Il mangiare sano è per me un interesse doveroso dato che sono uno sportivo, quindi ho preso subito in considerazione Tossed, mentre gli altri due business mi interessano perché usano tecnologie all'avanguardia».

Tossed ha già superato il suo target di 750mila sterline di crowdfunding, mentre Trillenium ha finora raccolto 225mila sterline tramite Seedrs e oltre a Murray annovera tra i suoi sostenitori il gigante del retail Asos.

Il crowdfunding ha avuto successo negli ultimi anni come alternativa alle tradizionali forme di finanziamento. Secondo un rapporto di Massolution il mercato è cresciuto del 167% nel 2014 raccogliendo 16,2 miliardi di dollari a livello globale, mentre quest’anno dovrebbe raddoppiare a 34,3 miliardi di dollari.

Finora nella sua carriera Murray ha guadagnato 25 milioni di sterline in premi e fuori campo ha mostrato di avere un interesse attivo per il business. Ha fondato una società di management chiamata 77, che ha siglato diversi contratti di sponsorizzazione e vale 10 milioni di sterline, ha una quota MiTonics, una società specializzata in prodotti alimentari per sportivi, e ha acquistato e restaurato l’hotel di lusso Cromlix House, vicino alla sua città natale di Dunblane in Scozia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi