Finanza & Mercati

Snam festeggia in Borsa piano e spin-off

  • Abbonati
  • Accedi
energia

Snam festeggia in Borsa piano e spin-off

Andamento titoli
Vedi altro

Acquisti su Snam nel giorno della presentazione del piano industriale al 2020 e dell'annuncio della separazione da Italgas. A Piazza Affari il titolo Snam Rete Gas dopo un balzo iniziale del 5% registra un solido rialzo, in una giornata comunque positiva per tutto il comparto energetico e petrolifero. Il consiglio di amministrazione di Snam ha approvato lo spin-off di Italgas che prevede la quotazione della newco entro fine anno, l'assegnazione di 1 azione della nuova società ogni 5 azioni Snam detenute. Snam manterrà una quota del 13,5% e verrà proposto un programma di buyback su un massimo del 3,5% del capitale di Snam post-scissione. Operazione che, secondo Intermonte, è un'opzione ulteriore per ottimizzare la struttura finanziaria.

Secondo gli analisti di Icbpi, la separazione di Italgas (che si occuperà di distribuzione cittadina del gas) da Snam (che continuerà ad essere attiva nel trasporto, nello stoccaggio e nel Gnl) consentirà di valorizzare sia Snam, che potrà consolidare la propria leadership e il proprio obiettivo di integrazione ulteriore delle reti e de i mercati del gas Europei, sia Italgas che potrà cogliere al meglio le opportunità di sviluppo legate alle nuove gare d’ambito. Gli analisti di Mediobanca Securities mettono in evidenza che lo spin off di Italgas, con il trasferimento di una parte di debito da Snam a Italgas, potrebbe liberare circa 200 punti base di potenziale in termini di debito/patrimonio totale. Questo potenziale effetto leva in più potrebbe essere utilizzato per sostenere l'attuale politica di dividendi o potrebbe essere utilizzato per la strategia di espansione della società all'estero. Va da sé che il consolidamento delle due più grandi società di distribuzione del gas in Italia (Italgas e 2i Rete Gas, entrambe partecipate da Cdp), potrebbe comportare sinergie considerevoli, fornendo ulteriori elementi per la ristrutturazione in corso del gruppo Snam anche se, sottolineano gli esperti, questo passaggio non è previsto dal piano industriale.

Per quanto riguarda proprio il piano industriale, prosegue nelle linee generali strategiche già indicate. Sono stati rimodulati gli investimenti a 4,3 miliardi di euro in Italia nel trasporto e nello stoccaggio (per Snam). E’ previsto il completamento del progetto di reverse flow e connessione del Corridoio Sud all’Europa attraverso la rete italiana. Si prevede una Rab in crescita dell'1% medio annuo nel corso di piano, superiore al consensus di mercato. Gli analisti delle diverse banche d'affari sottolineano positivamente l'indicazione sul dividendo Snam 2016 post-scissione a 0,21 euro, che rappresenta l'80% circa del dividendo stimato di 025-0,26 per azione precedentemente previsto. Positiva anche l'indicazione di una crescita attesa del +2,5% dei dividendi annuo nel 2017 e nel 2018.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata