Finanza & Mercati

UniCredit sale ancora. Mustier: nuovo piano nel quarto trimestre

  • Abbonati
  • Accedi
BORSA

UniCredit sale ancora. Mustier: nuovo piano nel quarto trimestre

Andamento titoli
Vedi altro

Ancora acquisti sul titolo Unicredit, dopo il +6,6% di ieri. La performance delle azioni raggiunge così un +17,7% dall'11 luglio, giorno dell'annuncio della vendita del 10% di Fineco. Il mercato continua quindi ad apprezzare l'accelerazione imposta dal nuovo a.d. Jean Pierre Mustier, che in pochi giorni ha chiuso anche la vendita del 10% di Bank Pekao, ottenendo complessivamente, con le due operazioni, un beneficio di 20 punti base sul Common equity tier 1.

In un'intervista al Sole 24 Ore Mustier ha annunciato che il nuovo piano industriale arriverà nel quarto trimestre dell'anno che non sarà solo «questione di numeri o di target» perché «bisogna andare a fondo nelle cose» e «c'è da cambiare business model e organizzazione, lavorare sulle sinergie». Soltanto col business plan, inoltre, si capirà se UniCredit dovrà lanciare l'aumento di capitale che il mercato prevede da tempo e su cui Mustier al momento non si sbilancia, ribadendo che la «profonda revisione strategica» annunciata lunedì dal cda mira innanzitutto a «rafforzare e ottimizzare la dotazione di capitale». Per questo nei prossimi mesi non sono esclusi altri «segnali forti» sulla falsariga delle operazioni Fineco e Pekao.

Quanto alla presenza internazionale di UniCredit, Mustier ammette che «il perimetro potrà essere rivisto» anche se il banchiere non intende comunque «cambiare l'identità europea di un gruppo presente in tanti mercati con le sue singole banche ma capace di mettere a disposizione della clientela la sua rete internazionale». In merito poi alla possibile cessione della partecipazione in Mediobanca, Mustier non scopre le carte, anche se sottolinea che con Piazzetta Cuccia c'è «un'ottima interazione a livello di business».

Il neo a.d. di UniCredit, infine, valuta positivamente un intervento pubblico nelle banche in difficoltà («In passato ho visto alcuni casi in cui ha funzionato perché ha evitato shock per il mercato e credo che anche questa volta possa essere opportuno», ha notato), anche se sottolinea che dovrà essere raggiunta una «soluzione equilibrata» che «al 90% credo sarà trovata».

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata