Finanza & Mercati

Oscar di Bilancio, quattro vincitori

  • Abbonati
  • Accedi
Azioni

Oscar di Bilancio, quattro vincitori

Un po' di finanza estera, trasporti ed energia. Questi i settori premiati ieri dall'Oscar di Bilancio, premio promosso e gestito da Ferpi - Federazione Relazioni Pubbliche Italiana, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, arrivato alla sua 52esima edizione. I vincitori del riconoscimento - selezionati dalla giuria presieduta da Andrea Sironi, presidente di Borsa Italiana con la vicepresidenza di Angelo Tantazzi Presidente di Prometeia, sono stati Crédit Agricole Italia (per la categoria Imprese Bancarie, Finanziarie e Assicurative), Erg (Grandi Imprese), Gts Holding (Piccole e Medie Imprese), Fondazione Allianz Umanamente (Fondazioni e Organizzazioni No-profit Erogative e Non Erogative).

«Questo premio rappresenta un riconoscimento importante al nostro lavoro per garantire a tutti i nostri shareholder e stakeholder la massima trasparenza nella comunicazione e un'accountability di altissimo livello, seguendo le best practice internazionali” ha dichiarato Pierre Debordeaux, cfo Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia; un giudizio condiviso anche da Alessio Muciaccia, amministratore delegato di Gts. «La trasparenza è uno di questi valori che auspichiamo sia ben espresso nel nostro documento» ha dichiarato l’a.d. del gruppo attivo nei trasporti. Edoardo Garrone, presidente Erg ha ricordato invece la trasformazione “verde” della sua azienda, diventata il primo operatore eolico in Italia, e la pubblicazione del rapporto di sostenibilità: «Quest’anno per la prima volta il bilancio consolidato è stato pubblicato contestualmente al rapporto di sostenibilità, una scelta che nasce dalla volontà di fornire un quadro esaustivo e trasparente di quanto realizzato dal gruppo».

La completezza dell’informazione, infine, sembra importante non solo per il business, ma anche per il settore no-profit: lo ha spiegato in una nota Maurizio Devescovi, presidente della Fondazione Allianz Umanamente e direttore generale di Allianz Italia: «Da anni, il nostro bilancio di missione vuole esporre con completezza e trasparenza l'impegno quotidiano della Fondazione Allianz Umanamente nell’ideare, selezionare e supportare interventi volti a sostenere lo sviluppo umano e a rafforzare l'autonomia e la responsabilità delle persone».

© RIPRODUZIONE RISERVATA