Finanza & Mercati

Fonspa verso il supporto ad Atlante 2

  • Abbonati
  • Accedi
In primo piano

Fonspa verso il supporto ad Atlante 2

  • –Luca Davi

La scadenza del 10 settembre, data per la presentazione degli impegni finanziari dei soggetti coinvolti, incombe minacciosamente. Tuttavia, un passo dietro l’altro, il salvataggio delle tre Casse di Cesena, Rimini e San Miniato da parte di Crédit Agricole appare sempre più vicino. A quanto risulta al Sole 24Ore, Fonspa-Credito Fondiario risulta favorevole ad investire fino a 100 milioni nei crediti deteriorati di Banca Marche, Etruria e Chieti, oggi nelle mani di Atlante 2. Da parte del fondo guidato da Panfilo Tarantelli esiste già da tempo un impegno a coinvestire con Atlante 2. L ’operazione, che dovrà essere ratificata dal Comitato investimenti di Fonspa per essere formalizzata, permetterà al fondo promosso da Quaestio Sgr di liberare risorse da dedicare alla partita delle tre piccole Casse in via di salvataggio.

Un passaggio di non poco conto, ai fini della messa in sicurezza dei tre istituti del Centro Italia. Anche perchè come noto lo stesso veicolo guidato da Paolo Petrignani è alle prese con la ricerca delle risorse per la sottoscrizione della tranche mezzanina (del valore nominale di 624 milioni) valida per la cartolarizzazione dei 3,152 miliardi lordi di Npl delle tre Casse. Sga farà la sua parte con almeno 150 milioni che verranno versati direttamente nel capitale di Atlante 2. All’appello mancherebbero ora circa 100-200 milioni, e gli uomini del Mef, come di Banca d’Italia, sono al lavoro per coprire il fabbisogno. Ieri l’incontro tra gli uomini di Via Nazionale e quelli del Mef (si veda Il Sole 24Ore di ieri) avrebbe permesso di fare il punto sullo stato dell’arte e di ragionare sulle possibili soluzioni per colmare il gap. Da più parti filtra tuttavia ottimismo rispetto al buon esito finale dell’operazione.

Quello del finanziamento della tranche mezzanina sarebbe del resto l’ultimo tassello per completare il mosaico del salvataggio. L’altra incognita che rimaneva sul tavolo, quella relativa alla sottoscrizione della tranche senior da 416 milioni nominali, è stata infatti superata. A quanto risulta, Atlante 2 sarebbe infatti riuscito a formare um consorzio di sette banche (tra cui risulterebbero Banca Imi e Natixis) che sottoscriverà la tranche senior della cartolarizzazione degli Npl dei tre istituti. La terza e ultima parte della cartolarizzazione, che di fatto è “blindata”, è costituita dalla tranche equity da 213 milioni, che sarà sottoscritta integralmente dallo Schema volontario del Fondo interbancario di tutela dei depositi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA