Finanza & Mercati

Cigierre conquista America Graffiti

  • Abbonati
  • Accedi
Fondi & ETF

Cigierre conquista America Graffiti

  • –Enrico Netti

Il Gruppo Cigierre, leader nella ristorazione servita controllato dal fondo di private equity Bc Partners, fa shopping e conquista America Graffiti franchising, catena con 63 ristoranti e fast food che offrono piatti tipici Usa in locali la cui ambientazione si ispira agli anni 50 e al rock’n’roll. L’accordo preliminare è stato firmato ieri a Forlì da Marco Di Giusto, ad di Cigierre, e Riccardo La Corte presidente di America Graffiti. L’operazione del valore di 35 milioni sarà finalizzata entro la fine di novembre.

«Nei primi mesi dell’anno ho proposto al board di Bc Partners il progetto e ottenuto carta bianca - premette l’ad di Cigierre -. Ora puntiamo a una strategia di crescita che mira a rendere appetibile l’offerta dei locali America Graffiti alla clientela dei centri commerciali e dei mall». Con questa mossa Di Giusto rileva il secondo diretto concorrente, il primo è Roadhouse Grill (Gruppo Cremonini), che ha vinto il premio per il miglior format nel 2017 e diventa un peso massimo della ristorazione moderna con un network di oltre 300 locali sparsi tra Italia, Francia, Svizzera e Belgio, più di 27 milioni di coperti serviti nel 2016 e un giro d’affari di 400 milioni. Ben 330 milioni di ricavi fanno capo alle insegne Cigierre come Old Wide West e Wiener Haus, format proprietari, mentre nel 2015 è stato acquisito il marchio d’ispirazione giapponese Shi’s e l’anno successivo la catena di pizzerie Pizzikotto.

«Il nostro format a stelle e strisce lo scorso anno aveva attirato l’interesse di diversi gruppi di investitori - aggiunge La Corte -. Abbiamo riconosciuto in Cigierre una realtà che permetterà di affrontare con maggiore solidità le sfide di un mercato in continua evoluzione». «L’offerta di America Graffiti è complementare a quella del Gruppo e permette di soddisfare il segmento dei giovani e delle famiglie facendo leva sull’ottimo rapporto qualità-prezzo - continua Di Giusto -. Contiamo di aprire una cinquantina di locali America Graffiti nei prossimi cinque anni e per il 2018 i piani di sviluppo del Gruppo prevedono per tutti i format in portafoglio l’inaugurazione di 50 ristoranti in Italia e all’estero, con un particolare focus sulla Francia». Il primo impegno è l’ottimizzazione della piattaforma di approvigionamento e «implementare nei locali appena acquisiti delle soluzioni per i pagamenti smart come Satispay e di altri strumenti per la fidelizzazione della clientela».

Cigierre è stata assistita dallo Studio Molaro, Pezzetta, Romanelli, Del Fabbro di Udine mentre i venditori dagli avvocati Valentina Bassani e Stefano Severi dello Studio E.Lege di Rimini.

enrico.netti@ilsole24ore.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA