Finanza & Mercati

1/6 Le tappe/Il predecessore Vegas aveva lasciato il 14 dicembre

  • Abbonati
  • Accedi
    il nuovo presidente consob

    Tutti i dossier di Mario Nava, dalla contesa su Telecom alla sfide della regolazione tech (RegTech)

    Lunedì si insedia il nuovo presidente della Consob a quattro mesi dalla designazione, avvenuta lo scorso 22 dicembre. La lunga attesa è legata al fatto che Nava ha voluto portare a compimento la proposta della Commissione sugli accantonamenti per i crediti deterioratI da parte delle banche (proposta presentata a metà marzo). Nel frattempo il governo italiano ha chiesto il distacco dell'alto funzionario - Nava è responsabile della direzione generale per la stabilità finanziari e dei mercati (Fisma). - che è stato deliberato da Bruxelles dopo Pasqua. Nava arriva nel momento saliente della contesta per il controllo di Telecom.

    1/6 Le tappe/Il predecessore Vegas aveva lasciato il 14 dicembre

    La poltrona di presidente Consob attende un nuovo inquilino da metà dicembre. Il predecessore, Giuseppe Vegas, aveva lasciato l'incarico il 14 dicembre, lo stesso giorno in cui è stato audito nell'ambito della commissione di inchiesta sulla banche. La gestione Vegas lascia in eredità a Nava anche le accese polemiche sulle mancanza della vigilanza, sia da parte di Banca d'Italia che di Consob, nella tutela dei risparmiatori rimasti coinvolti nelle crisi bancarie. Il Consiglio dei ministri ha designato Nava, assieme a un nuovo commissario (Paolo Ciocca), lo scorso 22 dicembre. Dal 15 dicembre ha assunto le funzioni di presidente vicario Anna Genovese, commissario più anziano per presenza nel collegio.

    © Riproduzione riservata