Finanza & Mercati

Enel investe in America Latina: acquisito il 21% di Ufinet (fibra…

  • Abbonati
  • Accedi
Banda ultra larga

Enel investe in America Latina: acquisito il 21% di Ufinet (fibra ottica)

(Reuters)
(Reuters)

Enel, tramite la controllata Enel X International, ha firmato un accordo con una holding controllata da Sixth Cinven Fund, fondo gestito dalla società di private equity internazionale Cinven, per l'acquisto, a fronte di un investimento di 150 milioni di euro, di circa il 21% del capitale di una società veicolo (newco), nella quale confluirà il 100% di Ufinet International, operatore wholesale di reti in fibra ottica leader in America Latina. Sixth Cinven Fund, a sua volta, deterrà circa il 79% del capitale della newco.
Ufinet, spiega una nota, rappresenta una piattaforma di crescita in America Latina nel settore della banda ultra larga, in linea con il Piano Strategico 2018-2020. In base all'accordo, precisa la nota, Enel X International avrà un'opzione call per acquisire la partecipazione di Sixth Cinven Fund, che potrà esercitare tra il 31 dicembre 2020 e il 31 dicembre 2021, a fronte di un investimento aggiuntivo compreso fra 1,32 e 2,1 miliardi e definito sulla base di determinati indicatori di performance. Enel X International e Sixth Cinven Fund avranno il controllo congiunto di Ufinet International, ciascuno esercitando il 50% dei diritti di voto nell'assemblea degli azionisti della newco. Il closing dell'operazione, che il Gruppo Enel finanzierà tramite risorse proprie, è previsto nel mese di luglio 2018.

La nota di Enel evidenzia che nel caso in cui Enel X International non eserciti l'opzione call entro il 31 dicembre 2021, verrà meno il suo controllo congiunto sulla newco. In tale ipotesi, Sixth Cinven Fund potrà vendere la sua partecipazione con diritto di drag along su quella di Enel X International, mentre quest'ultima avrà un diritto di tag along nel caso in cui Sixth Cinven Fund riduca la propria partecipazione al di sotto del 50% del capitale della newco.
«La positiva evoluzione della nostra attività in America Latina continua con l'acquisizione di Ufinet International» ha dichiarato Francesco Starace, amministratore delegato di Enel. «Dopo aver completato con successo la riorganizzazione delle nostre attività in Cile all'inizio di quest'anno
e la recente acquisizione di Eletropaulo, questo accordo rafforza ulteriormente la nostra posizione di leader nella gestione di infrastrutture nella regione. Enel X

beneficerà dell'esperienza acquisita in Italia attraverso la joint venture Open Fiber nello sviluppo di servizi wholesale ultra-broadband, in sinergia con le reti di distribuzione che operiamo nelle più grandi metropoli dell'America Latina, dove si sta registrando una rapida crescita della domanda di connettività».

Ufinet International, per la dimensione delle sue attività, per il modello di business sviluppato e per il footprint geografico, sottolinea la nota, rappresenta per il Gruppo Enel una significativa opportunità per accelerare lo sviluppo nel settore della banda ultra larga in America Latina che, in linea con il Piano Strategico 2018-2020 del Gruppo, è parte degli obiettivi di business di Enel X. Con questa operazione, il Gruppo potrà conseguire un posizionamento immediato nel mercato latinoamericano dei servizi a valore aggiunto, accelerandone lo sviluppo tramite competenze e tecnologie già consolidate da Ufinet International e accedendo ad un vasto portafoglio di clienti in un’area geografica caratterizzata da elevati tassi di crescita e di urbanizzazione. Ufinet International opera in 14 paesi dell'America Latina, dove gestisce oltre 49.000 chilometri di fibra di cui circa 17.000 in aree metropolitane, contando su contratti a lungo termine per circa 700 milioni di euro con grandi clienti industriali, tra cui importanti gruppi telefonici multinazionali.

«Negli ultimi tre anni, Ufinet International ha ampliato il proprio network nei principali paesi dell'America Latina. Ora siamo in grado di sfruttare la nostra infrastruttura per fornire nuovi servizi ai nostri clienti, consolidare e rafforzare ulteriormente la nostra posizione di mercato e creare valore aggiunto per i nostri azionisti». Lo dichiara il ceo di Ufinet International, Inigo Garcia del Cerro, commentando la partnership strategica con Enel in qualità di investitore di minoranza in base all'accordo per cui il gruppo italiano rileva una partecipazione del 21% del capitale. L'accordo, ricorda la nota di Ufinet, fa seguito all'annuncio del 14 maggio 2018 quando Cinven, società internazionale attiva nel settore del private equity, ha acquisito Ufinet International tramite il proprio Sixth Fund. «Siamo lieti di avviare una partnership strategica con Enel che sta investendo nella società insieme al nostro azionista di maggioranza Cinven. Questo ci consentirà di capitalizzare le significative opportunità di crescita nei mercati nuovi dell'America Latina, sia in modo organico che attraverso acquisizioni, unendo le nostre conoscenze e tecnologie. Riteniamo che questo sia un passo in avanti molto positivo per Ufinet International, i suoi dipendenti, partner e clienti», ha aggiunto il ceo.

La partnership tra Ufinet International ed Enel, sottolinea la nota della società che fornisce infrastrutture in fibra e servizi di trasmissione a operatori di telecomunicazioni in 14 paesi, tra cui Colombia, Panama, Guatemala e Costa Rica, «offre l'opportunità di creare la più grande società infrastrutturale per le telecomunicazioni dell'America Latina, con significativi vantaggi strategici per Ufinet, tra cui: accesso a nuovi capitali per rafforzare la presenza internazionale, attraverso una serie di operazioni di M&A; la possibilità di beneficiare delle attività di Enel in alcuni mercati dell'America Latina per offrire la fibra sia alle società di servizi wholesale che ai network neutrali fibre to the home; la realizzazione di rilevanti sinergie e benefici a livello di rete, dato che Enel e Ufinet International offrono una copertura geografica e un'offerta di servizi altamente complementari».

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata