Finanza & Mercati

Generali, esclusiva con Viridium per la cessione della tedesca Leben

  • Abbonati
  • Accedi
assicurazioni

Generali, esclusiva con Viridium per la cessione della tedesca Leben

(Reuters)
(Reuters)
Andamento titoli
Vedi altro

Generali è vicina alla cessione del portafoglio vita in Germania. Secondo indiscrezioni la compagnia avrebbe avviato una trattativa in esclusiva con Viridium per la valorizzazione di Generali Leben. Operazione che, stando ai rumor, potrebbe concludersi entro il mese di luglio. Allo stato attuale nessuna delle parti coinvolte, né Trieste né Viridium, ha voluto commentare le voci. Tuttavia fonti ben informate fanno presente che, salvo sorprese dell’ultimo minuto, i negoziati dovrebbero arrivare presto a buon fine. Con un incasso stimato per il gruppo assicurativo compreso tra i 900 milioni e il miliardo di euro, cifra assai simile a quanto calcolato nei mesi scorsi da diverse banche d’affari.

In merito allo schema della transazione al momento l’ipotesi più accreditata è una cessione del portafoglio vita garantito che ha un valore complessivo di 40 miliardi. Sul tavolo però c’è anche l’idea di una possibile forma di collaborazione tra le parti con la compagnia assicurativa che potrebbe mantenere una quota di minoranza di Generali Leben. I dettagli saranno materia di confronto nelle prossime settimane quel che è certo, però, è che per Generali si tratta del raggiungimento di un tassello chiave della strategia di ridefinizione del portafoglio.

In primis per la Germania stessa che, sotto la guida del ceo Giovanni Liverani, ha completato il piano di riassetto che puntava a una complessa trasformazione industriale e al rafforzamento della performance operativa. Quindi il passaggio è rilevante anche per la holding stessa la quale, come è noto, è impegnata a circoscrivere alle aree di maggiore interesse il proprio ambito d'azione attraverso la vendita di asset in almeno una quindicina di paesi per 1 miliardo di euro di ricavi attesi. Alcune cessioni sono già state completate, in tutto circa sei per un incasso vicino ai 630 milioni, e a queste dunque si andrebbe a sommare la valorizzazione di Generali Leben che porterebbe la cassa finale realizzata a ridosso dei 2 miliardi. Un tesoretto che la compagnia andrà evidentemente a reinvestire nel futuro piano di crescita oggi allo studio del ceo Philippe Donnet. Un piano molto atteso dal mercato, che verrà svelato il prossimo autunno e a cui le prime linee del management stanno lavorando assiduamente.

Riguardo a Viridium la società è controllata all'80% dal gruppo Cinven e per il 20% da Hannover Re e possiede un portafoglio di 15 miliardi di euro. Con questa acquisizione andrebbe dunque ad aumentare sensibilmente la propria dimensione. Di qui probabilmente la scelta delle parti di provare a definire un campo di collaborazione che preveda pure una partnership azionaria. Come detto i dettagli si conosceranno nelle prossime settimane ma intanto lo schema dell'intesa sembra ricalcare quanto a suo tempo dichiarato da Liverani che aveva sottolineato che le ipotesi di lavoro su Leben erano sostanzialmente tre: «Proseguire nel run off internamente ma la strada è lunga, venderla completamente oppure cederla a un operatore specializzato mantenendo una piccola partecipazione».

© Riproduzione riservata