Finanza & Mercati

Cambio al vertice di Goldman Sachs: Solomon succede a Blankfein

  • Abbonati
  • Accedi
la banca d’affari usa

Cambio al vertice di Goldman Sachs: Solomon succede a Blankfein

David M. Solomon
David M. Solomon

Come anticipato da alcuni media statunitensi nei giorni scorsi, Goldman Sachs ha annunciato che Lloyd C. Blankfein lascerà le cariche di presidente del board e ceo e che il consiglio di amministrazione ha nominato come successore David M. Solomon, già presidente e co-direttore operativo della banca d’affari newyorkese. Blankfein, al vertice da giugno 2006, lascerà la carica di ceo il 30 settembre e abbandonerà il ruolo di presidente del board a fine anno, salvo poi accettare il titolo di “senior chairman”, secondo quanto comunica il gruppo. Pertanto, Solomon assumerà l'incarico di ceo a partire dall'1 ottobre.

Intanto la banca d’affari statunitense ha riportato risultati superiori alle attese nel secondo trimestre dell’anno, dove risalta il balzo del 44% dell'utile netto a 2,35 miliardi di dollari, superiore alle attese degli analisti. L'utile diluito per azione ordinaria (Eps) sale a 5,98 dollari, rispetto ai 3,95 dollari del secondo trimestre del 2017, mentre l'Eps del semestre si attesta a 12,93 dollari rispetto ai 9,10 dollari del primo semestre dell'anno scorso. I ricavi netti salgono nel secondo trimestre a 9,40 miliardi di dollari, in rialzo del 19% sullo stesso periodo del 2017: si tratta della migliore performance del secondo trimestre negli ultimi nove anni.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata