Finanza & Mercati

Piaggio, utili +26%. Crescono India (con Vespa e…

  • Abbonati
  • Accedi
primo semestre

Piaggio, utili +26%. Crescono India (con Vespa e Aprilia) e Asia Pacifico

(Reuters)
(Reuters)
Andamento titoli
Vedi altro

Piaggio accelera sul fronte dei ricavi e soprattutto dei profitti grazie ai nuovi mercati e al successo del brand Vespa in India. Il gruppo guidato dal presidente e ceo Roberto Colaninno ha registrato nel primo semestre del 2018 una performance in miglioramento rispetto al primo semestre 2017, con la crescita di tutti i principali indicatori di conto economico e la riduzione del debito. Secondo quanto comunicato dall'azienda, i ricavi consolidati sono cresciuti nel periodo dell'1,2% a 729,6 milioni di euro (+6,2% a cambi costanti) contro i 720,9 di euro di un anno fa. L'ebitda è salito del 2,3% (3,1% a cambi costanti) a 116,6 milioni di euro mentre l'ebitda margin è salito dal 15,8% al 16%.

L’utile netto si è attestato a 26,7 milioni di euro, in crescita del 26,2% rispetto ai 21,1 milioni nel primo semestre 2017. Al 30 giugno 2018 inoltre la posizione finanziaria era negativa per 431,4 milioni di euro, in miglioramento di 15,3 milioni rispetto ai -446,7 milioni di sei mesi prima e di 18,8 milioni rispetto ai -450,2 milioni al 30 giugno 2017. Nel periodo sono stati venduti 304.000 veicoli nel mondo, in crescita dell'8,3% rispetto ai 280.700 nel primo semestre 2017, per un corrispettivo in ricavi consolidati pari a 729,6 milioni di euro. A livello di aree geografiche i volumi di vendita registrati in India e nell’area Asia Pacifico (+9,8% sull’anno precedente) sono in crescita, mentre quelli registrati in Emea (Europa, Medio Oriente, Africa) e Americhe subiscono l'effetto della contrazione del mercato dei veicoli 50cc.

Il mercato indiano è stato spinto in particolare dalle vendite degli scooter Vespa, Aprilia Sr, dallo sviluppo della rete, che nei primi sei mesi del 2018 ha registrato l'apertura di oltre 60 Motoplex. In Europa Piaggio ha confermato la leadership nel segmento scooter con una quota del 25,6%. Il brand Vespa ha incrementato i volumi di vendita di circa il 10% rispetto al 30 giugno 2017, con un apporto positivo in particolare del mercato indiano e dell'area Asean, e si segnala la crescita dei volumi dello scooter a ruota alta Medley, che ha registrato un +12%.

Nel settore moto del gruppo importanti risultati sono stati registrati dal brand Aprilia che ha segnato un incremento delle vendite del 17%. Il fatturato di Moto Guzzi, infine, è stato spinto in particolare dalle vendite della famiglia delle V7.

Nel settore dei veicoli commerciali il gruppo di Pontedera ha registrato un notevole incremento, con vendite per oltre centomila veicoli, in aumento del 27,3% rispetto alle 78.700 unità nel primo semestre 2017. Il fatturato netto è stato pari a 209,1 milioni di euro, +14,4% rispetto ai 182,8 milioni di euro al 30 giugno 2017 (+21.3% a cambi costanti). Il dato include i ricambi e accessori, che hanno registrato vendite per 23,7 milioni di euro, in crescita dell'8,6% rispetto al risultato al 30 giugno 2017. Il mercato indiano dei veicoli commerciali a tre ruote ha mostrato forti segnali di ripresa e la consociata Pvpl si è attestata su una quota complessiva nei veicoli tre ruote del 22,8%. Nel primo semestre del 2018 il polo produttivo Pvpl ha esportato 14.800 veicoli commerciali.

Il patrimonio netto del gruppo al 30 giugno 2018 ammonta a 384,3 milioni di euro (385,1 milioni di euro al 31 dicembre 2017). Sempre nel primo semestre il gruppo ha messo a consuntivo investimenti per 47,8 milioni di euro, in aumento di 9 milioni rispetto ai 38,8 milioni al 30 giugno 2017. Quanto all’organico complessivo al 30 giugno 2018 è pari a 6.976 dipendenti. I dipendenti italiani si attestano a 3.430 unità, dato stabile rispetto al corrispondente periodo del precedente esercizio. (Al.An.)

© Riproduzione riservata