Finanza & Mercati

Enel, a 2 miliardi l’utile nel semestre. Le rinnovabili spingono…

  • Abbonati
  • Accedi
i conti del gruppo

Enel, a 2 miliardi l’utile nel semestre. Le rinnovabili spingono la crescita

Il cda di Enel ha approvato i risultati del semestre che si chiude per il gruppo elettrico con risultati positivi, con le rinnovabili che continuano a spingere la crescita. Nei primi sei mesi del 2018 il risultato netto di gruppo si è attestato a 2,020 miliardi di euro (+9,4% da 1,847 nel primo semestre 2017) e l'utile netto ordinario è cresciuto del 4,6% a 1,892 miliardi. Anche l'ebitda è in crescita (+2,3%) a 7,857 miliardi, spiega il gruppo in una nota, grazie alla crescita nelle rinnovabili, agli incrementi nelle tariffe di distribuzione in Argentina e Spagna e al miglioramento dei margini dei mercati finali in Spagna e Romania.

I ricavi registrano un lieve calo dello 0,8% a 36,027 miliardi, principalmente per effetto dei tassi di cambio negativi, in particolare in Sud America, parzialmente compensato dai maggiori ricavi registrati dalle rinnovabili, dalla distribuzione in Brasile e Argentina e dalla nuova linea di business Enel X. Sale l'indebitamento finanziario netto a 41,594 miliardi (37,41 mld a fine 2017, +11,2%) per effetto delle acquisizioni del periodo, in particolare della societa' brasiliana Eletropaulo e dell'opa su Enel Generacion Chile, oltre al pagamento dell'acconto sul dividendo e gli investimenti del periodo.

L'ebit del primo semestre 2018 ammonta a 4,875 miliardi, con un incremento di 21 milioni (+0,4%) rispetto all'analogo periodo del 2017. La situazione patrimoniale, si legge nella nota, evidenzia un capitale investito netto al 30 giugno, inclusivo delle attività e passività nette possedute per la vendita per 280 milioni, pari a 88,437 mld. Al 30 giugno, l'incidenza dell'indebitamento finanziario netto sul patrimonio netto complessivo, il cosiddetto rapporto debt to equity, è pari a 0,89 (0,72 al 31 dicembre 2017); l'incremento percentuale della leva finanziaria è ascrivibile in particolare alla riduzione del patrimonio netto consolidato di Gruppo per effetto dell'applicazione retrospettica, per un importo pari a 3.690 milioni di euro, dei principi contabili Ifrs oltre che per le acquisizioni del periodo. Gli investimenti nel primo semestre sono pari a 3,114 mld, in diminuzione di 351 milioni rispetto al valore registrato nell'analogo periodo del 2017 per minori investimenti in impianti eolici e solari in Brasile, Perù e Nord America a seguito del completamento degli impianti che erano in costruzione nel primo semestre 2017.

«Enel continua la sua traiettoria positiva - ha commentato l’amministratore delegato Francesco Starace - realizzando solidi risultati finanziari anche nel primo semestre 2018, periodo in cui ha ulteriormente incrementato il margine operativo lordo, soprattutto per effetto delle rinnovabili. Tra giugno 2017 e giugno 2018 abbiamo messo in rete 3,4 GW di nuova capacita' rinnovabile in tutto il mondo, stabilendo un altro nuovo record assoluto di capacita' installata in dodici mesi tra tutte le aziende del settore. La solida performance del primo semestre ci rende fiduciosi nel confermare i nostri obiettivi per l'anno 2018».

© Riproduzione riservata