Finanza & Mercati

Pirelli premiata dopo la semestrale. Per analisti Mediobanca è positiva

  • Abbonati
  • Accedi
pneumatici

Pirelli premiata dopo la semestrale. Per analisti Mediobanca è positiva

Andamento titoli
Vedi altro

Pirelli & C in evidenza a Piazza Affari all'indomani della buona semestrale annunciata ieri a mercati chiusi. I titoli sono partiti deboli, ma poi hanno virato al rialzo, beneficiando dei numeri annunciati ieri e nell'attesa dei quali le quotazioni della società guidata da Marco Tronchetti Provera erano già salite quasi del 5% in due sole sedute.

Nel dettaglio nel primo semestre del 2018 la società di pneumatici ha registrato ricavi in crescita organica del 5,5% a 2,6 miliardi di euro grazie al contributo positivo del segmento High Value. La performance complessiva è invece del -2% tenuto conto del'effetto cambi e della variazione di perimetro derivante dall'applicazione del nuovo principio contabile su ricavi Ifrs 15. Nel periodo l'utile netto è balzato a 177,2 milioni di euro da 67,7 milioni un anno fa, con la redditività salita dell’1,5% al 18%. La posizione finanziaria netta al 30 giugno è pari a 3,9 miliardi, in calo dai 4,1 miliardi di fine 2017. Riguardo ai dati previsionali per il 2018, il gruppo ha confermato i target di profittabilità con l'ebit adjusted ante conti di start-up superiore a 1 miliardo e ricavi attesi a circa 5,4 miliardi.
Mediobanca ha confermato la raccomandazione di ‘Outperform’, pur ritoccando lievemente al ribasso il target di prezzo a 7,8 euro, dai precedenti 7,9 euro, per tenere conto dell’andamento dei multipli del comparto pneumatici. Gli esperti di Piazzetta Cuccia hanno apprezzato il mix di prodotti, che punta su quelli di alta qualità, dove i margini sono superiori. «Pur considerando il nostro target di prezzo - hanno aggiunto gli analisti di Piazzetta Cuccia - Pirelli tratta a sconto del 15% circa rispetto ai multipli di Nokian e del 30% su quelli di Michelin e Continental».

(Radiocor Il Sole 24 Ore)


© Riproduzione riservata